Comune Europeo dello Sport, Sesto presenta la sua candidatura

L'amministrazione scende in campo per ottenere la candidatura per il 2019. Colombo: "Orgoglioso del lavoro fatto per valorizzare le realtà sestesi"

Sesto Calende varie

La Città di Sesto Calende si è candidata Comune Europeo dello Sport per il 2019. La candidatura è stata presentata ieri, alla presenza di diversi rappresentanti delle Società Sportive Sestesi, del Palio, dell’Istituto dalla Chiesa e dei Commercianti. Il titolo di Comune Europeo dello Sport viene riconosciuto solo a quattro realtà italiane ogni anno, tenendo in considerazione che viene accettata annualmente la candidatura di soli otto Comuni.

Sono orgoglioso del lavoro che il Consigliere delegato allo sport Simone Pintori sta portando avanti, d’altronde come tutta la mia squadra, per valorizzare le importanti risorse che il territorio sestese può offrire” apre il Sindaco Marco Colombo “ci onora la presenza dell’Onorevole Alberto Cirio, che da un valore aggiunto ai nostri quotidiani sforzi per rendere Sesto Calende sempre più bella”.
“Questo progetto non ha motivo di essere preso in considerazione se non ha l’avvallo di tutte le anime del territorio” commenta Simone Pintori “per questo ho chiesto alla Consigliera De Candido di essere la coordinatrice dei lavori per questo obiettivo e sono contento di aver già avuto la conferma che la Consulta Sportiva e la Pro Loco saranno parte della squadra e sono certo che i Commercianti, Società Sportive, Palio e altre importantissime realtà Sestesi saranno al nostro fianco per ottenere questo ambizioso titolo” e continua “siamo anche convinti che quando l’Istituto dalla Chiesa diventerà Liceo Sportivo, avremo tutti gli elementi per essere un’eccellenza sportiva, ricordo che l’Amministrazione ha siglato con la qui Presente Preside dot.ssa Elisabetta Rossi, un protocollo d’intesa per dare più valenza a questo progetto”
“Ottenere questo titolo ha un percorso chiaro e preciso come tutte le pratiche che prevede il coinvolgimento della Comunità Europea” commenta Alberto Cirio vicepresidente di Aces, ente Europeo delegato alla designazione di questo titoli “innanzi tutto la candidatura deve essere accompagnata da una relazione dove si elencano tutte le risorse del territorio, le iniziative e gli obiettivi per lo sviluppo e il sostegno dello Sport e per quello che ho potuto notare nelle mie visite in questa splendida cittadina, manca nulla per ottenere questo riconoscimento” continua ancora “in seguito verrà una delegazione della Comunità Europea a visitare il territorio, perché la possibilità di poter ottenere questo titolo permetterà di avere dei punteggi ulteriori quando Sesto Calende parteciperà ai Bandi Regionali o Europei per lo sport; e nel Novembre 2018 a Bruxelles verranno assegnati i riconoscimenti che non vale solo per l’anno di nomina ma si è parte di un elitte di enti a livello europeo” ricorda ancora Cirio “un anno fa, in occasione delle Festa dell’Atleta, Simone Pintori mi chiedeva come poter ottenere questo titolo e sono felice di poter essere qui a presentare la Candidatura, perché se da una parte ho il piacere di collaborare con lui per tante altre iniziative è importante ricordare che da Gennaio la consigliera De Candido farà parte del mio staff parlamentare”
“Saranno due anni lunghi e pieni di lavoro e ringrazio l’Amministrazione per credere a questo progetto, perché ogni attività che verrà organizzata da ora in avanti sarà occasione per avvicinarsi sempre di più a questo obiettivo, sono certa che l’impegno di tutti porterà ad un risultato certo che passa prima di tutto alla consapevolezza della straordinarietà del nostro territorio” commenta la Consigliera Danila De Candido” a Gennaio inizieremo subito a lavorare, perché c’è tanto da fare” .
“Come Pro Loco ci occuperemo di dare visibilità, tramite le nostre risorse, delle iniziative e delle risorse Turistiche e Culturali di Sesto Calende, perché lo sport e il turismo sono inseparabili per la crescita culturale, sociale di un paese” ha aggiunto Andrea Scandola membro del direttivo della Pro Sesto mentre il neo Presidente della Consulta Sportiva Daniele Vanoli ha sottolineato “questa è un’occasione importante che non possiamo perdere e sono convinto che tutta la Consulta e tutto lo sport Sestese sarà con me in questo progetto, devo ringraziare anche della presenza della Responsabile del negozio Decathlon di Castelletto, che proponendole di essere nostra partner per questi ed altri importanti progetti per lo sport sestese, mi hanno comunicato che stanno prendendo in seria considerazione questa nostra proposta”
Infine conclude Pintori “ringraziando la dott.ssa Lignante per il supporto che quotidianamente mi dà, come tutta l’amministrazione e le società sestesi, mi piace ricordare che come lo è stato per il Palio, anche il diventare Comune Europeo dello Sport deve essere un regalo che vogliamo fare alla Città di Sesto Calende, perché sentire il nome della nostra città a competizioni internazionali e vedere quanti atleti vivono il nostro territorio, non può che meritarsi un titolo così importante”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 dicembre 2016
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore