A Varese la Via Crucis con monsignor Scola e il sacro Chiodo

E' attesa per venerdì 7 in san Vittore la via crucis con l'arcivescovo di Milano e la reliquia del sacro Chiodo. Come partecipare all'evento da fedeli

Bagno di folla per la Via Crucis col cardinale

Dopo la prima via Crucis di Quaresima a Saronno (nella foto), sono attesi 6mila fedeli a Varese, provenienti da tutta la Zona pastorale che va da Busto Arsizio a Gallarate, da Appiano Gentile a Luino per la visita del cardinale che, nel penultimo venerdì di quaresima, li guiderà, attraverso un percorso di 4 stazioni (Gesù, caricato della Croce; Gesù, aiutato da Simone di Cirene; Gesù, inchiodato sulla Croce; Gesù, morto sulla Croce), fino alla chiesa di Sant’Antonio di Padova alla Brunella.

IL PERCORSO

Il luogo prescelto per la partenza della Via Crucis, il cui titolo è «Si è addossato i nostri dolori», è la Basilica di San Vittore Martire, nel centro di Varese, cuore spirituale della città e del territorio.
Oltrepassata piazza San Vittore, la processione attraversa l’Arco Mera e si snoda attraverso piazza Podestà, corso Matteotti, piazza Carducci, via Broggi, piazza San Giovanni Bosco, via Battisti, via Sempione, via della Brunella e piazza Giovanni XXIII di fronte alla chiesa di Sant’Antonio di Padova alla Brunella. In caso di maltempo (che non è previsto però: il meteo da soleggiato per tutta la giornata di domani) la Via Crucis si svolgerà all’interno della Basilica di San Vittore Martire.

IL RITROVO DEI FEDELI

La confluenza fedeli è prevista in questi punti: piazza S. Vittore, Via Marconi, Piazza Battistero, secondo tratto corso Matteotti dopo l’Arco Mera
Scarico bus: piazza Monte Grappa – lato via Marconi dalle 19.30
Bus da A8: per i bus che arrivano dall’autostrada il percorso consigliato passa davanti alla stazione dello Stato per poi prendere la corsia preferenziale di via Morosini fino a piazza Monte Grappa dove lasciare i fedeli.
Parcheggio bus: piazzale De Gasperi (Stadio) o piazzale don Tornatore
Carico bus al termine del rito: via Crispi
Parcheggi a pagamento per auto: Le Corti (Centro Commerciale); Via Sempione; ACI (Via S. Francesco d’Assisi)

LA PROCESSIONE

La preparazione della Via Crucis, affidata in particolar modo alla Basilica di San Vittore e al Decanato di Varese, vede coinvolti anche movimenti, gruppi e associazioni della Zona pastorale. Di particolare rilievo la presenza dei chierichetti, del seminario e delle autorità. Uno specifico ruolo tocca inoltre ai Decani, alcuni dei quali incaricati di portare la croce da una stazione all’altra.
La conclusione nella chiesa della Brunella, nei pressi del carcere “dei Miogni” (la Casa circondariale di Varese) e della mensa dei poveri, è segno dell’attenzione alle situazioni di sofferenza e disagio, guarite dalla croce di Gesù. Gesto caritativo della serata sarà una raccolta di offerte anche per i terremotati della Diocesi di Camerino – San Severino Marche.

Il SACRO CHIODO

La giornata sarà aperta dalla presenza del Sacro Chiodo nella Basilica di San Vittore, come avvenne anche nel marzo del 2011.
Una straordinaria reliquia della Passione di Cristo, custodita dalla Chiesa ambrosiana fin dal tempo di Ambrogio e venerata con particolare devozione da Carlo Borromeo che volle portarla in processione durante la peste del 1577.
Da secoli, proprio per volontà di san Carlo Borromeo, devotissimo al mistero della Passione, una volta all’anno il Santo Chiodo viene prelevato dal suo alto altare per essere esposto per tre giorni alla devozione popolare all’interno del Duomo. La tradizione, tra le più care ai milanesi, viene, in questo tempo della quaresima 2017, “condivisa”coi fedeli delle sette Zone Pastorali della diocesi ambrosiana, nella quale l’arcivescovo ha voluto portare la croce presiedendo personalmente i sette riti.

IL PROGRAMMA DELLA GIORNATA

Nella Basilica di San Vittore – aperta anche durante la pausa pranzo – le celebrazioni inizieranno alle 8.30 con le lodi, mentre alle 10 l’Accoglienza del Santo Chiodo sarà presieduta dal Prevosto, monsignor Luigi Panighetti.

Seguiranno, alle 13, la lettura dei testi della Passione e, alle 14, il momento di preghiera della Chiesa Ortodossa Russa. La Via Crucis delle 15 sarà presieduta don Mauro Barlassina, decano di Varese, mentre i vespri delle 17.30 dal vescovo ausiliare di Milano, monsignor Luigi Stucchi.
Alle 19.30 la basilica chiuderà per permettere di predisporre la celebrazione serale.

Riaprirà poco prima della Via Crucis zonale delle 20.45, presieduta dall’Arcivescovo di Milano, il cardinale Angelo Scola.

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 06 Aprile 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.