Fuck the cancer 2.0: il 10 giugno la seconda edizione

Torna l'evento benefico promosso dalla curva nord del Varese in ricordo di Erika Gibe e degli angeli che l'hanno raggiunta. Appuntamento allo Stadio Ossola

Fuck the cancer 2.0 2017

«Da qualcosa di terribile può nascere qualcosa di bellissimo» con le parole commosse ma sicure di Alice, grande amica di Erika Gibe scomparsa lo scorso anno a causa del cancro, è stata presentata  la seconda edizione di Fuck the cancer 2.0 evento organizzato dalla curva Nord Varese e dedicato proprio alla memoria di Erika e degli Angeli che l’hanno raggiunta. Patron della manifestazione Max Laudadio che sta lavorando all’organizzazione  insieme ai molti volontari.

Galleria fotografica

Fuck the cancer 2.0 2017 4 di 6

Lo scorso anno grazie alla generosità dei molti partecipanti sono stati raccolti 40mila euro devoluti alla Fondazione Giacono Ascoli e che ha curato la realizzazione di due camere sterili presso il reparto di Encomatologia pediatrica dell’Ospedale del Ponte.

La manifestazione di svolgerà sabato 10 giugno preso lo Stadio Franco Ossola di Varese dalle 10 alle 24 in una maratona che vedrà alternati momenti ludici, gastronomici e sopratutto di beneficenza con la messa all’asta delle magliette delle squadre di calcio, la maglietta firmata da Maradona e altre iniziative. L’asta prenderà il via martedì 2 maggio sulla pagina Facebook dell’evento e terminerà la sua prima parte on-line martedì 6 Giugno. Per la prima volta collaborano i “Monelli della Motta” che si occuperanno assieme ai volontari del Casbeno Calcio, nella gestione della parte gastronomica dell’evento, non mancherà il “Master di Zumba” degli spettacolari ragazzi e ragazze di ZTime Varese e la presenza di un comico di Zelig, di cui non si vuole ancora svelare il nome. I LIBERA USCITA chiuderanno la serata con due ore di un emozionante concerto, accompagnati da un musicista di alto livello, “Max” Cottafavi, chitarrista di Luciano Ligabue, direttamente dal tour “Made in Italy”.

L’obbiettivo di questa edizione è quello di superare la cifra raccolta e continuare a sostenere sopratutto la ricerca, la cura e l’assistenza nei confronti dei piccoli pazienti che si trovano ad affrontare una sfida molto difficile.

Molti i sostenitori: la Fondazione Comunitaria del Varesotto, Arredopiù, Elios, Caccia, Engineering, Doctor Glass Gallarate, Top Level Ascensori, Birreria Angelo Poretti Carlsberg Italia, Tourlè Gazzada, Centro Colore Comerio, Azienda Agricola Martinelli, Tipografia Galli, Associazione Panificatori della provincia di Varese.

 

di erika@varesenews.it
Pubblicato il 29 aprile 2017
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Fuck the cancer 2.0 2017 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore