Annullata “Caimano Music&Beer”, troppi ostacoli

Prima lo spostamento dal campo di via Brughiera e poi la riduzione da tre a due giorni hanno portato alla rinuncia da parte dell'associazione. L'assessore Redaelli: "Dispiace, fatto il possibile"

Induno Olona - associazione Caimano

La festa della birra “Caimano Music&Beer” 2017 organizzata dall’associazione Giovanile Caimano con il patrocinio del Comune di Induno Olona, prevista per l’ultimo week end di luglio, è stata annullata dagli organizzatori.

“Peccato, noi abbiamo fatto tutto il possibile – dice l’assessore alle associazioni Stefano Redaelli – capisco che questo sia il momento della delusione per l’associazione Caimano, che ha rinunciato a organizzare la Festa della Birra 2017 ma lo è anche per l’amministrazione indunese, che teneva all’iniziativa e si è prodigata in questo mese perché si potesse realizzare, pur nelle forme e modi ridotti imposti da una collocazione diversa dal solito”.

La Festa aveva infatti dovuto subire uno spostamento dalla sua sede abituale, il campo sportivo in Brughiera, a causa dell’inadeguatezza normativa di quell’impianto sportivo a ospitare feste di questa portata. La soluzione provvisoria proposta dall’Amministrazione al Caimano è stata quella di trasferire la festa al campo di via Andreoli, dove sarebbe stata messa a loro disposizione un’area a norma e completa di cucina, generosamente concessa dalla Pro Loco. È stato successivamente chiesto al Caimano di ridurre da tre a due i giorni della manifestazione, per venire parzialmente incontro alle forti perplessità manifestate da tanti residenti dei quartieri adiacenti al campo di via Andreoli circa la sostenibilità di un evento di questo genere e durata. I ragazzi non hanno accettato questa diminuzione e hanno deciso di annullare del tutto la kermesse.

“L’indicazione di svolgere la festa su due giorni anziché sui tre inizialmente previsti – continua l’assessore Redaelli – è stata data sulla base di una reazione inaspettatamente dura ma certo legittima, degli abitanti dei quartieri attorno al campo di via Andreoli; l’imperativo di ogni amministrazione comunale pensiamo sia quello di ascoltare tutti e fare sintesi tra posizioni diverse, e ci è parso che la proposta fatta ai ragazzi potesse esserlo, benché certamente fosse una limitazione, fatta a tre settimane dalla festa e con un programma già diffuso. Rinunciare alla giornata di domenica significava a nostro avviso consentire agli abitanti del circondario di avere un giorno di tranquillità prima della ripresa lavorativa del lunedì e sopportare meglio gli eventuali disagi dei due giorni precedenti”.

I ragazzi si sono presi un paio di giorni per fare una valutazione strettamente economica della sostenibilità della festa in versione ridotta e hanno poi risposto che non era fattibile e che preferivano annullare tutta l’iniziativa.

“Si tratta di una decisione drastica ma da rispettare – commenta Redaelli – che purtroppo però priva la popolazione interessata di un evento significativo: non per nulla l’Amministrazione sui due giorni era pronta a mettere in campo uomini, attrezzature, risorse, luoghi e competenze professionali per far si che tutto andasse per il meglio; così non è stato e ce ne dispiace molto”.

La collaborazione tra Caimano e Amministrazione potrà continuare in futuro?
“Al di lá delle reazioni talvolta sopra le righe di alcuni in queste ore sui social – conclude Redaelli – noi rimaniamo ovviamente disponibili, come sempre abbiamo fatto e senza nessun retropensiero elettorale, a elaborare nuovi progetti di collaborazione con il Caimano nel prossimo futuro, sulla scia della positiva esperienza ad esempio del cinema all’aperto di giovedì scorso, che ha fatto divertire molti indunesi, nell’ambito della rassegna Effetto Notte, organizzato insieme da Caimano e Comune”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 luglio 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. Scritto da Dominic livolsi

    Normalmente si ottiene la versione di entrambe le parti in causa ma mi sembra che si veda solo quella del comune che potrebbe essere diametralmente opposta a quella dell’associazione. Sembra che tre giorni di festa siano un trauma e che siamo ad un passo dal creare una cellula psicologica per il vicinato. Stiamo parlando di una festa per le famiglie con attivita per bambini durante il pomeriggio con l’inserimento di varie associazioni del territorio ma dal racconto del comune sembra un rave party in centro citta…

Segnala Errore