Classica, tango e teatro per tutti: torna la stagione del Santuccio

E’ ormai in pieno svolgimento la settima stagione di attività del teatro Santuccio di via Sacco

teatro santuccio

E’ ormai in pieno svolgimento la settima stagione di attività del teatro Santuccio di via Sacco, che per sua storia e vocazione raduna le realtà formative e culturali della città di Varese. Dal teatro alla musica, dalla danza agli incontri culturali, anche quest’anno sono poliedriche le proposte del centralissimo luogo di cultura varesino, piccolo gioiellino incastonato nei palazzi ottocenteschi davanti al municipio.

«Non posso che salutare volentieri da parte dell’amministrazione questa nuova stagione di proposte – ha commentato l’assessore alla cultura Roberto Cecchi – abbiamo bisogno di tenere viva l’attenzione, abbiamo bisogno di conoscere e tenere il polso della città, anche per effetto di ciò che accade qua. Perché il teatro è una parte di questa vita, e della cultura».

A parlare delle realtà associative che anche quest’anno rappresenteranno la vita del Santuccio, è stato ancora una volta Fausto Caravati, direttore artistico di Solevoci e del Santuccio, designato dal centro Gulliver che ha in gestione la realtà comunale. «Sono arrivato al quinto anno di programmazione del teatro, uno spazio condiviso che dal 2011 è gestito dal Centro Gulliver e vede dal lunedì al giovedì momenti di formazione e nei weekend occasioni di spettacolo. Un luogo che nel tempo si è contraddistinto per accogliere particolari forme d’arte, che qui danno il loro meglio – ha spiegato caratavi – Come per esempio l’attività corale, che per caratteristiche del luogo e forma acustica rendono i concerti qui davvero speciali».

eventi Varese

MINIRASSEGNA DI MUSICA CLASSICA, LA NOVITA’ DI QUEST’ANNO

Viste queste caratteristiche, particolarmente adatte ai concerti di piccole orchestre o di cori, era perciò inevitabile che si inserisse nel programma anche una piccola stagione di musica classica, che è infatti la novità di quest’anno.

Con un piccolo calendario di sole tre date per ora, l’Associazione Manifestare Opportunità nata un anno e mezzo fa sotto la direzione artistica del pianista Giuseppe Merli, che si rivolge a giovani talenti per offrire musica di qualità, ha cominciato a fare capolino nella struttura: gli appuntamenti saranno il 13 gennaio, il 10 febbraio e il 14 aprile. (la rassegna)

MUSICA DEL CUORE, CON TANGO E IL CANTO CORALE

Non è però la musica classica, l’unica forma musicale che risuonerà al Santuccio. Innanzitutto, continua infatti la parte formativa dell’Accademia Solevoci, che ha già dato grandi soddisfazioni ai suo in segnanti, con corali premiate a livello internazionale.

«Questo si è confermato un bel posto dove sentire il proprio canto, è il migliore di Varese, anche se piccolo – sottolinea Fausto Caravati – E’ perciò bello per chi studia, ma anche per chi ascolta: per questo la nostra stagione di concerti sarà molto variegata, ma tutta rigorosamente “a cappella”, senza strumenti».

Ma sta aumentando ogni anno il suo successo anche la parte legata al tango, che ogni giovedì vede corsi di questa disciplina aperti a tutti, e una volta al mese un concerto o una milonga ormai classiche, nello spazio del teatrino.

«Siamo qui da ormai tre anni con due obiettivi, una funzione sociale e una artistica. quella sociale è esplicata con i corsi, l’altra con le iniziative – spiega Nadia Crespi, presidentessa dell’associazione che organizza questa parte – Il luogo è apprezzatissimo, e dalla nostra seconda stagione abbiamo avuto musicisti che ci hanno chiesto di suonare qui, per il luogo, straordinariamente affascinante, e per la particolare acustica. Abbiamo già cominciato la nostra stagione di concerti con grande successo, ma a gennaio vogliamo unire un concerto e una milonga, per riunire tangueros in una serata dove non ci sarà solo la performance, ma anche un’occasione di ballo».

TEATRO PER TUTTI

Al Santuccio c’è ormai, storicamente, anche una stagione teatrale alternativa, che vede innanzitutto una proposta completamente dedicata ai bambini – e di grandissimo successo: le prime tre date già effettuate sono andate “sold Out” – che si intitola “Teatro per Merenda” e riunisce spettacoli di compagnie teatrali sparse per la Lombardia, e persino una microstagione per bambini dai 0 ai 3 anni.

la seconda proposta, ma bisognerebbe dire la prima, poiché è stata una dei primi a calcare il palco del Santuccio e rappresenta ancora una colonna della programmazione del teatro, è quella del Match di improvvisazione teatrale dei Plateali: e che anche quest’anno non faranno mancare i loro appuntamenti qui a Varese.

Infine non mancherà la terza stagione del Red Carpet teatro sotto la direzione di Serena Nardi e Sarah Collu, che vedrà quest’anno ospiti le compagnie teatrali di Silvia Sartorio e Silvia Priori, più alcune rappresentazioni proprie, tra cui un Don Giovanni tratto da un testo di Saramago, dove il don Giovanni protagonista sarà interpretato da una donna.

infine sarà protagonista, anch’esso fin dall’inizio, la stagione del corso teatrale Splendor del Vero.

NEL PROGRAMMA ANCHE INCONTRI

Non saranno però solo spettacoli: è prevista infatti la

seconda edizione di pensare futuro – conversazioni a teatro. Dopo il grande successo della scorsa edizione, infatti, si bissa: con il medico e psicoterapeuta dell’età evolutiva Alberto Pellai il 16 dicembre, La teologa e pastore battista (che parlerà di sharing eccomi…) Lidia Maggi il 10 febbraio e l’economista Stefano Zamagni, economista italiano che già l’anno scorso ha fatto il tutto esaurito, il 12 maggio.

di stefania.radman@varesenews.it
Pubblicato il 28 novembre 2017
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore