A Varese un intenso “mese per la vita”

Molte le iniziative per il mese per la vita, che comincia dalla giornata di 4 febbraio. Grazie all'unità delle associazioni che si occupano dell'argomento

Generico 2018

Un intenso mese per la vita a Varese: ad organizzarlo, tutti i movimenti e le associazioni che hanno a cuore questo argomento. «Questo programma è permesso dall’unione di associazioni e movimenti uniti per la vita, sempre, dal concepimento alla sua morte naturale. Ognuno ha fatto la sua parte per far si che fosse sempre meglio» ha spiegato Franco Bruschi, del comitato “difendiamo i nostri figli” durante la presentazione, nelle sale del comune di Varese.

«Il nostro impegno è di offrire non solo risorse materiali ma sostegno per aiutare le mamme a diventare genitori. Con l’assessorato alla persona abbiamo un rapporto vivo e costruttivo: riusciamo cosi a fare percorsi personalizzati con chi chiede aiuto» ha aggiunto Donatela Magnoni vicepresidente del movimento e del centro aiuto alla vita e responsabile del cav di Varese, presentando il programma delle manifestazioni.

MOLTI EVENTI PER IL MESE DELLA VITA

Gli incontri e le proposte sono molte, raccolte in un opuscolo disponibile nelle parrocchie e scaricabile dal nuovo sito del Centro Aiuto alla Vita, cominciano fin dal primo weekend di febbraio: sabato 3 si terrà un incontro presso il centro parrocchiale di Biumo Superiore un incontro sul fine vita con son stefano cicchetti, docente di teologia morale e sabato 4, la giornata mondiale per la vita, sono previste distribuzioni di arance nelle principali piazze della provincia. Ma gli eventi proseguono per tutto il mese: mercoledì 7 febbraio, per esempio, alle 21 all’istituto de Filippi verrà presentato il libro di monsignor Luigi Stucchi “Per la vita, sempre” che raccoglie i suoi editoriali a “Il Resegone” dal 1973 al 1986. Parteciperanno, oltre naturalmente all’autore, Andrea Larghi, direttore medico di presidio ospedaliero, Francesco Ognibene, responsabile dell’inserto “Vita e Famiglia” di Avvenire e monsignor Gilberto Donnini. A moderare sarà Gianfranco Giuliani.

Venerdì 9 ci sarà una veglia dedicata agli innamorati alla Basilica di San Vittore: “Fatti per fare amore” a partire dalle 21. Giovedì 15 invece nell’oratorio della basilica di san Vittore alle 21, incontro con la scrittrice Susanna Manzin, sui suoi due romanzi scritti a difesa della vita: “Il destino del fuco” e “Come salmoni in un torrente”

Giovedì 22 febbraio una piu spirituale adorazione con meditazioni, al convento deidrati cappuccini (ore 21), mentre venerdì 23 l’ultimo incontro è con lo psichiatra Michele Sforza, che parlerà de “La ricerca della gioia: emozioni o percorsi?”.

UNA MOSTRA, E UN CONCORSO E UNA “MESSA PER LA VITA”

Non solo eventi nel mese della vita: sono previsti infatti anche un concorso artistico, una mostra e una “messa per la vita” ogni giovedì.

La mostra è al battistero della basilica di san Vittore dal 18 al 24 febbraio, e si intitola “San Giovanni Paolo II, il Papa che ha cambiato la storia”. L’inaugurazione ufficiale avverrà domenica 18 alle 17, con monsignor Luigi Panighetti, prevosto di Varese, e il coro Donneincanto di Appiano Gentile, diretto da Stefania Gandola.

Il concorso, rivolto alle comunità pastorali alle associazioni, agli educatori e alle scuole, prevede la realizzazione di disegno e fotografie, composizioni letterarie e multimediali sul tema della promozione e del rispetto della vita. Per partecipare, spedire il proprio elaborato a info@vitavarese.org

La “messa per la vita” infine, sisvolgerà ogni giovedì nella cappella dell’ospedale del Ponte, con adorazione e cordoncino della divina misericordia. L’appuntamento è per le 17 alla cappella feriale dell’ospedale.

Stefania Radman
stefania.radman@varesenews.it

Il web è meraviglioso finchè menti appassionate lo aggiornano di contenuti interessanti, piacevoli, utili. Io, con i miei colleghi di VareseNews, ci provo ogni giorno. Ci sosterrai? 

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 01 Febbraio 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.