Una serata magica all’Oratorio di San Vincenzo con Tanguediaduo

La chitarra di Claudio Farinone e il flauto traverso di Barbara Tartari hanno fatto risplendere la bellezza della chiesetta "dei Re Magi"

Avarie

«La musica di Tanguediaduo ha fatto risplendere la bellezza di questo luogo». Matteo Daniele Mainardi, storico della musica, era ancora emozionato dalle note della chitarra di Claudio Farinone e da quelle del flauto traverso di Barbara Tartari. Un’emozione che alla fine del concerto molti dei presenti hanno manifestato direttamente ai due artisti.

Una scelta azzeccata quella dell’associazione Pro Sesto Calende e del direttore artistico Mainardi  organizzatori all‘Oratorio di San Vincenzo, noto anche come “la chiesetta dei Re Magi“, di una serata a dir poco magica. Farinone e Tartari, che hanno una lunga collaborazione artistica e numerose registrazioni come duo, hanno proposto brani di Astor Piazzolla, Ralph Towner, Egberto Gismonti, Javier Girotto e dello stesso Farinone. Hanno alternato più strumenti: dalla chitarra classica alla baritona, passando da quella elettrica e flamenca. Dal flauto in sol all’ottavino, fino al flauto barocco, spiegando al pubblico le caratteristiche di ciascuno.

Avarie

Nel finale Tanguediaduo ha coinvolto il pubblico che ha creato un sottofondo di voci su cui Tartari e Farinone hanno costruito le loro improvvisazioni, con l’oratorio di San Vincenzo, i suoi quasi mille anni di storia e la sua acustica perfetta a fare da sfondo. E fuori una Luna piena in grado da sola di illuminare una splendida notte di note.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 giugno 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore