E’ morta in ospedale la donna annegata in Val Verzasca

Un'italiana era stata ricoverata in condizioni gravissime dopo essere stata salvata nelle acque del fiume a Lavertezzo. E' deceduta nella notte tra il 14 e il 15 agosto in ospedale

Val Verzasca

Malgrado gli sforzi e il fatto che era stata tratta in salvo ancora viva, la donna di 43 anni soccorsa mentre era in difficoltà nel fiume in Val Verzasca è morta in ospedale durante la notte tra il 14 e il 15 agosto.

La donna, una cittadina italiana, si era immersa, poco prima delle 13 del 14 agosto a Lavertezzo, in zona Aquino (a monte del ponte romano), e si è trovata in difficoltà, in balia della corrente.

A lanciare l’allarme sono stati i famigliari. Sul posto sono intervenuti gli agenti della Polizia cantonale e dell’intercomunale di Gordola, il Gruppo sub Verzasca, i pompieri di Locarno, i soccorritori del SALVA e della REGA che hanno recuperato la donna ed eseguito le manovre di rianimazione prima di imbarcarla sull’elisoccorso che è volato verso l’ospedale. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore