Migliorano le condizioni dei sei neonati contagiati in ospedale

Dopo la morte di un neonato, ucciso da un batterio contratto mentre era ricoverato nella Tin, proseguono le indagini chiarire la vicenda

culla

immagine di repertorio

Migliorano le condizioni dei sei neonati infettati dal batterio Serratia marcescens nel reparto di Terapia Intensiva Neonatale dell’ASST Spedali Civili di Brescia. Lo ha dichiarato l’assessore al welfare lombardo Giulio Gallera che ha sentito il Direttore Generale dell’ASST Spedali Civili di Brescia Ezio Belleri.

I piccoli hanno contratto l’infezione mentre erano ricoverati e ora le loro condizioni sono stabili e in graduale miglioramento. L’ultimo caso di contagio è avvenuto lunedì 6 agosto : « Da allora – ha dichiarato il direttore Belleri – tutti i numerosi e necessari accertamenti effettuati hanno dato esito negativo».

«Nella mattinata di oggi – hanno concluso Gallera e Belleri – il consulente tecnico designato dal Magistrato, al quale è stato assegnato il termine di 90 giorni per il deposito della propria relazione, ha proceduto ad effettuare l’accertamento autoptico sulla salma del piccolo paziente deceduto in data 6 agosto e, poiché si tratta di un’attività tecnica irripetibile, l’avviso che ne ha disposto l’effettuazione è stato notificato, quale atto dovuto e di garanzia, a tutti i sanitari interessati dalle indagini».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore