Un agosto da “tutto esaurito” alle grotte del Remeron

Grande popolarità per il percorso nelle "viscere della terra". Prossima apertura il 26 agosto

La messa di Ferragosto nella grotta Remeron

Tutti pazzi per la speleologia.

Il 15 e il 19 agosto hanno fatto registrare il tutto esaurito per le escursioni alla Grotta Remeron; i 100 posti giornalieri disponibili per le visite sono andati a ruba in pochi giorni e la Colonia Rossi, punto di partenza per la salita alla grotta, ha visto l’avvicendarsi di famiglie e amanti delle passeggiate in montagna.

Riaperta nel 2004, grazie ad un intervento congiunto di Regione Lombardia, Parco Regionale Campo dei Fiori e Comune di Comerio a cui dal 2016 si è affiancato il Comune di Barasso concedendo l’utilizzo della ex Colonia Elioterapica Marisa Rossi, conosciuta dai più come “Casa del Sole”, la Grotta si attesta ormai in maniera fissa sulle duemila visite l’anno, diventando sempre più una delle mete delle gite fuori porta della domenica.

Dal 2004 sono profondamente cambiati anche i visitatori: nei primi anni erano i residenti nei comuni del versante sud del Campo dei Fiori a visitare la grotta, incuriositi dalla sua riapertura, ora invece il numero più elevato di turisti è formato dai residenti nel gallaratese, seguiti subito dopo dalla provincia di Milano con buoni numeri anche da Monza/Brianza e Pavia.

Rispetto ai primi anni di riapertura è cambiata anche la modalità della visita: ora non si arriva più autonomamente alla Remeron, ma si deve prenotare preventivamente e, dalla Colonia Rossi, le guide dell’associazione accompagnano il gruppo attraversano i sentieri 10 e 12 del Campo dei Fiori sino alla grotta, e poi lungo le scale sino alla quota di -50 metri, la profondità massima raggiungibile oggi dal percorso turistico aperto al pubblico, con una durata totale dell’escursione di circa 3 ore.

La Colonia Rossi ha rappresentato un cambio radicale nella gestione, offrendo servizi igienici, copertura, parcheggi e accessibilità, quanto più desiderato da chi arriva da lontano e non conosce perfettamente le strade e i sentieri di Comerio e Barasso.

Cosa riserva il futuro? Il più prossimo, cioè all’inizio della stagione 2019, vedrà una biglietteria e un info point attivi al piano -1 della Colonia Rossi durante le giornate di apertura della grotta così da rendere più apprezzabile per il turista la gestione della gita; più avanti, si azzarda, magari un ampliamento del percorso turistico, con un’ulteriore rampa di scale, così da addentrarsi ulteriormente nel cuore del massiccio del Campo dei Fiori, ma, per ora, l’importante è migliorare continuamente nella gestione e nell’offerta, promuovendo il turismo sulla nostra montagna, in maniera continuativa, durante tutto l’anno.

 Prossima apertura 26 agosto, per prenotazioni e orari www.grottaremeron.it 

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 21 Agosto 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.