City Angels in convention, Varese (e Gallarate) protagonista

Andrea Menegotto, unico coordinatore provinciale nazionale dell'associazione, ha presentato, oltre alle sedi di Varese e Busto, anche la neonata sede di Gallarate

Generico 2018

Da sabato 27 a domenica 28 ottobre 2018 si è svolto a Rimini, come da tradizione, l’annuale raduno nazionale dei City Angels.

Dopo il pomeriggio di sabato dedicato alla formazione, con interventi sui valori e le specificità dell’associazione tenuti dal fondatore e presidente Mario Furlan, la mattinata della domenica è stata incentrata su momenti di carattere più cerimoniale.

Come tutti i coordinatori delle città italiane e svizzere in cui è presente l’associazione, per rappresentare le realtà di Varese e provincia, ha preso la parola il coordinatore delle Sezioni di Varese e Busto Arsizio Andrea Menegotto.

Dopo qualche accenno alle attività e ai numerosi servizi svolti dagli “Angeli” varesini e varesotti, in sinergia con le istituzioni e le forze dell’ordine, e alla realtà dei Rifugi per senzatetto di Busto Arsizio che l’associazione gestisce su incarico e in stretta collaborazione con il Comune bustocco, Furlan ha annunciato la nascita della terza sezione in provincia di Varese.

Si vedono così realizzati gli auspici degli “Angeli con il basco blu”, nonché del Sindaco di Gallarate Andrea Cassani e dell’Assessore alla Sicurezza Francesca Caruso, che negli ultimi giorni hanno più volte, pubblicamente e sui social network, sostenuto la causa: al raduno riminese è stata infatti ufficializzata la nascita della Sezione di Gallarate, grazie a una buona risposta della cittadinanza gallaratese e dei comuni limitrofi, che in questi giorni sta chiedendo di aderire ai City Angels.

A latere del raduno, Menegotto che, come ha notato Furlan è l’unico coordinatore a ricoprire un ruolo provinciale poiché ha la responsabilità di ben tre sezioni, sottolinea: «Alla grande risposta di aspiranti volontari gallaratesi, per cui ringraziamo il Sindaco Cassani e l’Assessore Caruso, corrispondono buone richieste di adesione anche per Varese e Busto Arsizio. Ora passeremo alla fase dei colloqui di selezione e alla formazione, che si concluderà con l’esame finale di abilitazione».

Ma il raduno nazionale, come di consueto, è stato anche il  momento in cui alcuni volontari particolarmente meritevoli vengono promossi a un grado superiore o premiati dal fondatore dopo un accurato vaglio del direttivo. Così, per la Sezione di Busto Arsizio il giovanissimo Mattia Paganini “Simba”, studente di ingegneria, è stato promosso a vice-caposquadra, l’attivissimo Fabio Brandolini “Brando”, padre di famiglia e responsabile commerciale presso un’importante azienda grafica, a caposquadra. I due saluteranno però presto i colleghi di Busto per dedicarsi a Gallarate, dove avranno il ruolo di tutor per i nuovi volontari.

Per quanto riguarda Varese, Luisa Zara “Bebbi”, commercialista nella vita, assume il ruolo di vice-caposquadra, mentre Luisa Ceriotti “Luce”, cui il coordinatore ha riconosciuto il grande entusiasmo e impegno, è stata premiata con il “basco d’argento”, attribuito ai volontari più meritevoli.

Salendo la gerarchia delle responsabilità associative, Maurizio Grassi “Bike”, titolare di una nota società informatica, è stato promosso a vice-coordinatore di Busto Arsizio e della nuova sezione di Gallarate, mentre Ambra Mazzoni “Trilly”, che svolge già il ruolo di referente per conto del Direttivo nazionale per i Rifugi di Busto, assume il grado di vice-coordinatore della sezione di Varese.

Quest’ultima nomina ha strappato un particolare applauso in sala, in quanto la neo-vice-coordinatrice scelta dal Direttivo e nominata dal fondatore, condivide non solo lo spirito associativo, ma anche la vita con il coordinatore Menegotto, di cui è la moglie.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore