La guida DEFINITIVA per progettare la cabina armadio perfetta

La cabina armadio perfetta è quell’elemento di design che, oltre a permettere di organizzare lo spazio al meglio, arreda grazie all’uso incrociato di forme, colori e materiali

vario

La cabina armadio perfetta è quell’elemento di design che, oltre a permettere di organizzare lo spazio al meglio, arreda grazie all’uso incrociato di forme, colori e materiali. Come struttura consente di sfruttare tutti gli spazi della casa che altrimenti rimarrebbero inutilizzati.
Mensole disposte su diverse altezze, bastoni appendiabiti basculanti permettono di gestire abiti e biancheria, scarpe, cappelli e borse. Se progettata su misura potrà essere in grado di rispondere ad ogni esigenza.

La cabina armadio, non è più solo un luogo dove riporre le proprie cose ma un vero e proprio complemento d’arredo, un culto per gli amanti del design. Essa contraddistingue e personalizza le case di chi la desidera dando un tocco di originalità, oltre alla sua incontestabile funzionalità. Scopri la gallery di cabine armadio su casafacile.it per prendere ispirazione.
Progettare una cabina armadio significa creare un ambiente che rifletta le necessità della casa e, in particolar modo, di chi ci vive. Per questo motivo ci sono alcuni passaggi, pochi ma fondamentali, che non andrebbero mai trascurati.

Forme e misure per una cabina armadio ottimale

Per avere una cabina armadio perfetta non è necessario avere una grande casa.
Se ben progettata, può essere alla portata di tutti.
Una cabina armadio non deve necessariamente trovarsi in camera da letto: di fatto, è possibile inserirla anche in salone, in un ripostiglio o in una rientranza del muro.
In case particolarmente grandi è possibile dedicare una stanza interamente alla cabina armadio.

Se ci fosse necessità di ricavare uno spazio apposito, questo bisogno può essere soddisfatto tramite l’uso del cartongesso o delle tende, in grado di delinearne il perimetro.
Alcuni accorgimenti si possono avere nel caso di una stanza rettangolare: in essa sarà possibile valutare la possibilità di occupare un intera parete, magari di spalle al letto o dietro al divano se si tratta di un soggiorno.

Nel caso in cui si è di fronte ad una stanza dalla pianta irregolare si può ricorrere all’uso del cartongesso sia per creare il guardaroba desiderato sia per regolarizzare l’ambiente.
Una rientranza del muro può essere coperta da una tenda, dietro ad essa possono essere inserite mensole, scaffali, appendiabiti in base all’area disponibile.
Di norma le misure previste per una cabina armadio partono da almeno 130 cm di profondità e 200 di larghezza. Se la scelta ricade su una disposizione ad angolo la misura minima consigliata è di 250 cm per lato.
In altezza è sempre meglio abbondare.
Qualora la stanza sia davvero grande potreste prendere in considerazione anche una disposizione ad elle. È importante ricordare in fase di progettazione, a chi è destinata la cabina armadio: se si tratta di un uomo, probabilmente sarà necessaria una zona specifica per i pantaloni. Se si tratta di una donna, si dovrà tener conto che alcuni vani andranno ad ospitare dei vestiti, probabilmente anche lunghi.

Luce e visibilità del guardaroba

Una cabina armadio spesso va ad occupare nicchie o spazi nascosti della casa.
Nonostante la soluzione migliore sia avere una piccola finestra che consenta un’illuminazione naturale, non tutti gli spazi possono essere dotati di affacci esterni.
Per questo motivo è comunque consigliabile tener conto anche di una buona illuminazione interna artificiale.
Predisporre la possibilità di inserire una struttura di illuminazione integrata potrebbe risultare un’ottima idea, in quanto donerebbe una perfetta visione di vestiti ed accessori, evitando così incauti abbinamenti di colori nel vestirsi.

Gli interni immancabili

Assolutamente indispensabili per una cabina armadio che si rispetti sono:

  • Gli appendiabiti: il modulo preposto dovrà essere pensato sul tipo di abito che si vuole riporre. Un modulo di 150 cm potrà contenere sia vestiti e cappotti che giacche e camicie. Un sistema con doppio bastone è utile per sistemare abiti, camicie e bluse nella parte superiore, mentre nella parte inferiore si opterà per gonne e pantaloni.
  • Il porta pantaloni, possibilmente con le barre estraibili o cestello pieghevole.
  • La scarpiera, può essere ad ante, a scomparti o con i ripiani inclinati.
  • Cassetti, preferibilmente a scomparsa in quanto possono essere riposti nella cassettiera inoltre aiuteranno a mantenere in ordine le cose.
  • Complementi: anche gli accessori hanno la loro importanza. Sarebbe quindi consigliabile prendere in considerazione la possibilità di inserire una zona dove riporre borse, cravatte, cappelli e bijoux. Ganci, mensole e scaffali possono soddisfare questo tipo di necessità.

La resa finale

Ora che la fase di progettazione sembra arrivare a conclusione, è bene porre attenzione anche ai metodi di chiusura della cabina armadio.
Se si dispone di un ambiente spazioso, si potrebbe prendere in considerazione l’anta a battente, la cui comodità sta nel fatto che non richiede particolari attenzioni.

Se lo spazio inizia a stringere le opzioni che entrano in gioco saranno le seguenti:

  • Ante pieghevoli a libro, che necessitano però di due guide a terra;
  • Ante scorrevoli, la soluzione più funzionale per gli ambienti piccoli, ricordiamo però che queste sono solite muoversi sia su binari a terra che sospesi.
  • Ante a giorno, in base all’arredamento in cui si trova è interessante anche l’idea di non chiudere la cabina, permettendo così di avere tutto il guardaroba sotto controllo e a vista d’occhio.

Un buon modo per rendere ancor più piacevole questo utile guardaroba è completarlo con dovute accortezze. Il pavimento può essere ricoperto con un tappeto, se c’è spazio l’inserimento di un tavolo o comunque un supporto dove poggiare i vestiti scelti può risultare un buon alleato. Uno specchio, possibilmente capace di inquadrare la figura per intero per le prove d’abito. Ancora, una piacevole profumazione per interni può regalare un’atmosfera più gratificante e rilassante.

Con il tempo però cambiano le abitudini e cambiano le esigenze: il pregio di avere una cabina armadio perfetta sta nel fatto che in essa è possibile inserire o modificare i moduli in base alle necessità della persona che la vive.
La possibilità di avere tutto ben organizzato e a portata di mano permette a chi ne usufruisce di fare a meno del cambio di stagione.

Se ben pensata, rimane un’ottima soluzione per tutti quegli spazi della casa che altrimenti sarebbero rimasti inutilizzati.
Grazie alla loro poliedricità, le cabine armadio componibili rappresentano ormai l’alternativa perfetta per chi ha poco spazio in quanto le composizioni sono pienamente personalizzabili e si ha la possibilità di utilizzare al meglio ogni elemento in modo da rendere la cabina funzionale e unica.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore