Lorenzo Bovitutti, un gallaratese alla Cappella Musicale della Regina Elisabetta

25 anni, formatosi al Donizetti di Bergamo con Roberto Plano, il pianista è stato accettato in residenza artistica presso l'alta istituzione musicale belga, sotto il patrocinio della Regina Paola Ruffo di Calabria

Lorenzo Bovitutti

Un gallaratese entra alla celebre Chapelle Musicale Reine Elisabeth, la più alta istituzione musicale del Belgio: si tratta di Lorenzo Bovitutti, 25enne già da alcuni anni considerato tra i migliori musicisti gallaratesi d’origine, entrato a settembre 2018 in residenza sotto la direzione di Louis Lortie et Avedis Kouyoumdjian.

Nato nel 1993 “dans les environs de Milan” – come si legge sul sito della Chapelle Musicale Reine Elisabeth – Bovitutti è stato allievo di Maria Grazia Bellocchio presso l’Issm “G.Donizetti” di Bergamo, nel 2016 si è diplomato sotto la preziosa guida di Roberto Plano con il massimo dei voti, la lode e la menzione d’onore, dopo aver studiato con lui nei Conservatori di Gallarate, Vicenza ed Alessandria. Ha partecipato alle Masterclass di Benedetto Lupo, Roberto Prosseda, Riccardo Zadra e Giovanni Bellucci.

È stato premiato nei Concorsi di Treviglio, Varese, Lissone, Cortemilia, Albenga, Asti, Treviso, Milano, Piove di Sacco, Gallarate, ed ha ottenuto i Primi Premi Assoluti dei Concorsi di Cassano Magnago, Bellagio, Cuneo, Gallarate. Oltre alle tante esibizioni in Italia, ha suonato inoltre in Argentina, ospite del “Festival Internacionàl Iguazù en Concierto 2014”, e in Lituania, per il festival “Vivace Vilnius 2016”

Nella biografia pubblicata sul sito della Cappella Musicale (fondata nel 1939, oggi con sede a Waterloo e orientata all’alta formazione), Bovitutti viene definito anche “appassionato lettore, fortemente influenzato dalle opere di Epitteto, Dostoijevski e Ken Wilber.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore