4 Novembre di Busto, un omaggio alla fine della Grande Guerra

Moltissimi gli appuntamenti in città tra commemorazioni, incontri, gare con armi d'epoca che ricordano i 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale

bandiera italiana

In occasione della “Giornata dell’Unità Nazionale e delle Forze Armate” e del centenario della fine della Grande Guerra, sabato 3 e domenica 4 novembre si svolgeranno alcuni momenti di commemorazione organizzati in collaborazione con l’Associazione Nazionale Alpini di Busto, la Croce Rossa e le altre Associazioni d’Arma. Una ricorrenza, quella del 4 novembre, che ha sempre unito e mai diviso, e che, anche in questa occasione, ha visto le associazioni del territorio rispondere con grande entusiasmo all’appello del sindaco Antonelli, che ritiene “doveroso celebrare non solo e non tanto un momento del calendario, ma le centinaia di concittadini e più in generale le centinaia di migliaia di soldati uccisi, che hanno perso la vita per salvare gli ideali in cui credevano”.

Da sottolineare i contenuti del programma, che contiene sia le doverose cerimonie di omaggio ai Caduti, che non tralasciano gli aspetti religiosi con la celebrazione solenne presieduta da Mons. Pagani a conclusione della giornata del 4 novembre, sia alcune iniziative di carattere didattico e culturale rivolte in primis ai giovani.

A questo proposito si segnala che le scuole superiori del territorio hanno costituito un tavolo di lavoro che coinvolgerà gli studenti nella celebrazione delle date significative del calendario con un progetto articolato e significativo che prevede molte occasioni di conoscenza e riflessione, contro l’oblio e l’indifferenza.

Per quanto riguarda il programma dei prossimi giorni, l’Associazione Alpini promuove una veglia in divisa d’epoca al monumento di piazza Trento Trieste che inizierà alle 19.00 del 3 per terminare a mezzogiorno del 4 novembre; è prevista la partecipazione di alcuni giovani, omaggio ai Ragazzi del’ 99 chiamati al fronte 100 anni fa. A cura degli Alpini anche la valorizzazione della targa che ricorda i Ragazzi del ’99 nell’omonima via, con una breve cerimonia alle ore 18.00. Anche nelle vie intitolate ai luoghi della guerra (Montegrappa, Montenero, Gorizia…) saranno affissi dei pannelli che ricorderanno ai passanti i fatti avvenuti in quei teatri di guerra: un’altra iniziativa che lascerà sul territorio dei segni che inviteranno, soprattutto i più giovani, ad approfondire.

Domenica 4 novembre il via alle celebrazioni è fissato alle 9.30 al Parco delle Rimembranze con la cerimonia dell’alzabandiera e la deposizione di una corona al Monumento ai Caduti; alle ore 9.45 al Cimitero Principale sono previste la deposizione di fiori sulla tomba di Ugo Mara e di corone al Sacrario ai Caduti e al Monumento agli Eroi della Libertà. Corone saranno posizionate anche su altri monumenti cittadini della memoria, come quelli presenti al cimitero di Sacconago, Cripta ai Caduti di Borsano, Monumento alla Resistenza Via Fratelli d’Italia, il monumento ai caduti nelle Patrie Basttaglie al Parco Via Ugo Foscolo, il Sacrario Chiesa SS. Apostoli Pietro e Paolo – Via Genova.

Alle ore 11.00 Monumento ai Caduti – Piazza Trento Trieste sono previste la deposizione di una corona e la scopertura di un pannello dedicato ai cittadini Caduti nella Grande Guerra: oltre 300 i nomi dei Caduti residenti a Busto, Sacconago e Borsano che saranno messi in evidenza proprio sul monumento della memoria che si trova nel cuore della città.

Alle ore 17.00 dal Sacrario Chiesa SS. Apostoli di Via Genova prenderà il via la Fiaccolata del Centenario a cura delle associazioni d’arma: prima tappa, alle 17.10 sul viale Duca d’Aosta (all’incrocio con la via Lissoni) per l’inaugurazione della targa storica dedicata al Duca d’Aosta restaurata dal Gruppo Alpini. Alle ore 17.15 la fiaccolata raggiungerà il Tempio Civico, centro di educazione permanente alla pace, monumento della memoria più significativo della città: qui l’omaggio a tutti i Caduti con la deposizione di una corona.

Su iniziativa del comitato Amici del Tempio Civico sarà inoltre scoperta una targa che ricorda i militari cecoslovacchi morti a Busto Arsizio subito dopo la fine del conflitto (i loro nomi sono incisi su una lapide al cimitero principale): i loro 24 nomi saranno posti accanto ai nomi dei cittadini bustesi che hanno sacrificato la vita nei conflitti del secolo breve.

La Fiaccolata del Centenario arriverà alle 18.00 al Portichetto delle Memorie (Santa Croce): qui sarà accolta da mons. Pagani che celebrerà poi nella chiesa di Santa Croce la Santa Messa solenne in memoria dei Caduti. L’ammainabandiera concluderà la giornata ma non le celebrazioni.

E’ stata infatti inaugurata sabato 27 ottobre e si concluderà il 4 novembre nella chiesetta di sant’Antonio la mostra “Ricordi della Grande Guerra” a cura delle Associazioni d’Arma e delle Infermiere Volontarie della Croce Rossa. La mostra raccoglie i cimeli storici, immagini, documenti, medaglie, delle associazioni del territorio relativi al periodo bellico.
Orari: tutti i giorni dalle 16,00 alle 19,00. Giovedì 1 novembre e sabato e domenica dalle 10,00 alle 12,30 e dalle 16,00 alle 19,00

Il 6 novembre alle ore 21.00 il teatro Fratello Sole propone lo spettacolo di burattini e marionette da tavolo “Sandrone Soldato-per la più grande Italia” a cura di FéMA Teatro, con Elis Ferracini e Maurizio Mantani. Lo spettacolo andrà in scena anche per gli studenti il 5 e il 6 novembre alle ore 10.00.
Il copione è tratto dal testo scritto dall’ufficiale Angelo Ruozi Incerti, che, partito come ufficiale dell’esercito regio per il fronte, dopo Caporetto fu fatto prigioniero e condotto a Cellelager vicino ad Hannover in Germania. Là, un secolo fa, il copione fu scritto e rappresentato e ancora oggi è critica contro i potenti e appello alla fratellanza.

Sabato 10 novembre l’Associazione Nazionale Alpini e la Croce Rossa propongono un conferenza, o meglio l’incontro con la storia, dal titolo “L’anno della Vittoria: una storia di cento anni fa”, moderatore e relatore lo storico Carlo Magni.

Domenica 11 novembre l’UNUCI (Unione Nazionale Ufficiali in Congedo d’Italia) con il TSN di Busto Arsizio organizza una gara di tiro a segno al poligono di Olgiate Olona che

coinvolgerà i militari della caserma NATO, rappresentanti di nazioni che cento anni fa erano su fronti opposti. Al termine, prima della premiazione, saranno onorati tutti coloro che vestendo l’uniforme in pace e in guerra sono caduti nell’adempimento del dovere per la propria Patria.

Venerdì 30 novembre alle 18.00 a Villa Tovaglieri l’UNUCI organizza una conferenza sul regio esercito italiano dopo la fine della guerra. Relatore Roberto Perretti, generale di Corpo d’Armata Comandante dell’NRCD – ITA .

Questo il programma in sintesi:

Sabato 3 novembre 2018
ore 18.00 Via Ragazzi del ’99
Scopertura pannello “Pietre vive” dedicata ai Ragazzi del ‘99
ore 19.00 Monumento ai Caduti Piazza Trento Trieste
Cerimonia dell’alzabandiera e inizio veglia notturna

Domenica 4 novembre 2018
ore 9.30 Parco delle Rimembranze
Cerimonia dell’alzabandiera e deposizione corona al Monumento ai Caduti

ore 9.45 Cimitero Principale
Deposizione fiori sulla tomba del S.T. Ugo Mara
Deposizione corone al Sacrario ai Caduti e al Monumento agli Eroi della Libertà

ore 11.00 Monumento ai Caduti – Piazza Trento Trieste
Deposizione corona e onori al Monumento ai Caduti e Scopertura targa dedicata ai cittadini Caduti nella Grande Guerra
ore 17.00 Fiaccolata del Centenario
Partenza dal Sacrario Chiesa SS. Apostoli di Via Genova
ore 17.10 viale Duca d’Aosta
Scopertura targa storica dedicata al Duca d’Aosta restaurata dal gruppo Alpini
ore 17.15 Tempio Civico
Deposizione Corona e scopertura targa dedicata ai soldati cecoslovacchi deceduti a Busto Arsizio
ore 18.00 Arrivo Fiaccolata del Centenario – Portichetto delle Memorie (Santa Croce)
Santa Messa e ammainabandiera

Omaggi ai luoghi della memoria
Cimitero di Sacconago e Cripta ai Caduti di Borsano
Via Fratelli d’Italia Monumento alla Resistenza
Parco Via Ugo Foscolo – monumento alle Patrie Battaglie
Sacrario Chiesa SS. Apostoli Pietro e Paolo – Via Genova
Sacrario presso la Chiesa SS. Apostoli Pietro e Paolo – Via Genova.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 novembre 2018
Leggi i commenti

Foto

4 Novembre di Busto, un omaggio alla fine della Grande Guerra 2 di 2

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore