Non rispetta i domiciliari e torna in carcere

Gli agenti del commissatiato di Gallarate hanno dovuto denunciare anche l'amico che si era presentato negli uffici ubriaco per impedirne l'arresto

carabinieri commissariato di gallarate

L’incessante l’attività di prevenzione e repressione degli uomini del Commissariato di Gallarate ha portato all’arresto di un 36enne che non rispettava gli arresti domiciliari.

Un cittadino del Marocco E.J.I., a seguito di controlli effettuati dagli agenti, è risultato nel tempo inosservante alle prescrizioni imposte dalla misura degli arresti domiciliari. La corretta e tempestiva comunicazione all’Autorità Giudiziaria, ha permesso di revocare il beneficio concesso e ricondurre l’uomo, nato nel 1982 in Marocco, presso la Casa Circondariale competente.

In occasione dell’esecuzione della notifica della revoca del beneficio e conseguente detenzione in carcere, si è poi presentato in commissariato un amico di E.J.I, tale E.A.M., connazionale del 1991, il quale, evidentemente ubriaco ha tentato di impedire l’arresto, venendo a sua volta deferito all’Autorità giudiziaria per i reati commessi.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 novembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore