“Summer Cup 2019”: presentate le squadre in lizza per il titolo

Dall’Inter al Sassuolo, dal Parma alla Fiorentina; i “pulcini” di alcune delle più importanti formazioni italiane si sfideranno tra il 6 e il 9 giugno nella seconda edizione del torneo organizzato dalla Ternatese calcio

summer cup 2019

176 bambini di 12 squadre di calcio professionistiche provenienti da 8 regioni si incontreranno a Ternate tra il 6 e il 9 giugno 2019 per la seconda edizione della “Summer Cup”.

Il trofeo organizzato dall’A.s.d. Ternatese è riservato ai giovanissimi atleti nati nel 2008, che durante i quattro giorni della manifestazione daranno vita a un totale di ben 104 partite.

La sera di giovedì 13 dicembre sono state rivelate le squadre che prenderanno parte alla competizione. Anche quest’anno hanno riconfermano la loro presenza i ragazzi di: F.c. Torino, A.s. Roma, Sampdoria, Hellas Verona, Parma calcio e F.c. Inter, vincitori nel 2018 della prima edizione. Altre sei squadre illustri parteciperanno al torneo: Udinese calcio, F.c. Empoli, U.s. Sassuolo, Fiorentina, Lazio e Cagliari Calcio. Per i bambini del capoluogo sardo la Summer cup di Ternate sarà la prima occasione per viaggiare oltre le coste della loro isola.

Le squadre, come spiegato dal responsabile tecnico Antonio Malfarà, si affronteranno divise in due gironi, il primo composto da Udinese, Hellas Verona, Sassuolo, Fiorentina, Lazio e Cagliari; il secondo vedrà invece sfidarsi Parma, Inter, Roma, Empoli, Torino e Sampdoria. Successivamente le prime quattro classificate si batteranno in un secondo girone, seguiranno poi le semifinali e le finali. Le seste classificate ai gironi prenderanno invece parte a un triangolare con i giovani atleti della Ternatese.

«La prima edizione della “Summer Cup” è nata un po’ per gioco, ma la cosa ci è sfuggita di mano – ha raccontato scherzosamente Donato Lacerenza, presidente dell’A.s.d. Ternatese -. Sono arrivate squadre di altissimo livello, che non mi sarei mai aspettato di vedere in un paesino di 2.500 abitanti».

Per l’associazione il torneo ha tre obiettivi principali: «Innanzitutto – ha spiegato Lacerenza – per dare rilievo ai settori giovanili italiani, che nel nostro paese sono poco valutati. Inoltre, vogliamo utilizzare questa manifestazione sportiva per togliere i bambini dalle strade, ma anche tirarli fuori di casa. Infine, forse questo è l’obiettivo più importante, consegneremo la metà del ricavato all’associazione “Adiuvare”, che da diversi anni si impegna per combattere il diabete giovanile tramite l’organizzazione di corsi e attività per bambini e adulti».

Durante la serata sono saliti sul palco anche Thomas Incontri, responsabile della comunicazione per l’evento, affiancato da Rossella Di Pierro: conduttrice, modella e capitano della “Nazionale di calcio modelle”. La nazionale modelle è una squadra composta appunto da ragazze, «che passando dai tacchi ai tacchetti» giocano a calcio durante eventi e partite di beneficienza.

L’incontro di giovedì si è concluso con l’intervento di Mario Teti, consigliere del Comitato Regionale della Lega Nazionale Dilettanti, che ha voluto ricordare quale sia la cosa più importante per i piccoli atleti: il divertimento. «È importante che i bambini abbiano alle spalle ottimi genitori e allenatori, in grado di rendersi conto che divertirsi deve essere la priorità e solo dopo si può pensare alla competizione».

di
Pubblicato il 14 dicembre 2018
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore