Melis manda avanti la fidata Caprioli e già dice no ad un confronto con Più Solbiate

La lista neonata è sbarcata sui social ma nasconde i nomi di fondatori e partacipanti. Il sindaco Melis si arrabbia e annuncia che non ci saranno confronti con loro

comune solbiate olona luigi melis

Anche se maggio è ancora lontano, a Solbiate Olona, qualcosa, in ottica elezioni amministrative, si muove e già si registrano le prime scintille tra la lista dell’amministrazione uscente la nascente “Più Solbiate”, il nuovo vontenitore che dovrebbe raggruppare tutta l’attuale opposizione in consiglio comunale e, forse, qualcosa di più.

Impossibilitato a ricandidarsi alla carica di sindaco, Luigi Melis rilancia la sua lista “La Voce Solbiatese”: “Il nostro obbiettivo è quello di sempre – afferma il sindaco uscente – servire i solbiatesi ed averne il massimo rispetto. Siamo concentrati sulla linea del fare, e con l’apertura della nuova farmacia pensiamo di aver migliorato ancora di più i servizi che Solbiate offre ai propri cittadini. Io rimango in squadra, affianco alla candidata Samantha Caprioli”.

L’assessore classe ’76, già da due mandati parte della Giunta Melis avrà quindi il compito di portare avanti i progetti dell’amministrazione uscente: “Pensiamo di lavorare nel solco della continuità, – faferma Caprioli- e per questo la squadra in caso di vittoria non verrà stravolta, voglio al mio fianco chi quotidianamente si interfaccia con i problemi dei cittadini”.

Per quanto riguarda l’opposizione, risale a dicembre lo sbarco sui social della lista “Più Solbiate”, che ha anche iniziato un volantinaggio che fa emergere i punti fermi del movimento: coinvolgere i giovani del paese nell’impegno per il bene comune, tutelare il verde e il patrimonio naturale del territorio, collaborare con gli altri Comuni del Medio Olona a una progettualità nuova, tramite un confronto trasparente e partecipato. La lista si dice aperta a tutti i cittadini che hanno a cuore Solbiate e si vogliono mettere in gioco, pensando un futuro diverso per il paese. Non si hanno ancora nomi, fatta eccezione per quei “Luca ed Anna” che incarnano un visione politica moderna, social e giovane. Nel frattempo attacca la giunta uscente e l’inaugurazione della nuova farmacia all’Iper: “Farla gestire a Saronno Servizi significa non poterla controllare”.

Il neonato movimento ha già attirato su di sé molte critiche dell’amministrazione uscente: “La nostra lista non è anonima, – continua Melis – non prende in giro i cittadini con informazioni false e parla con i fatti. Per questo abbiamo deciso di rifiutare ogni confronto pubblico che ci verrà proposto, per non dare visibilità a chi si nasconde”. Con l’inizio delle prime schermaglie politiche, possiamo dire dunque che la campagna elettorale è già già oltre i blocchi di partenza, e rendendo forse il traguardo di maggio un po’ meno lontano.

di
Pubblicato il 21 gennaio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore