Cortisonici 2019, in concorso quindici nazioni e una varesina

Sono ventiquattro i film in concorso in rappresentanza di 15 diverse nazioni: le proiezioni si terranno dal 9 al 13 aprile. Tra i selezionati la regista di Varese, Lucia Bulgheroni

Generico 2018

Per la sedicesima edizione di Cortisonici, a Varese dal 9 al 13 aprile 2019, record di film arrivati alla segreteria organizzativa: il gruppo selezionatore ha scelto i film in concorso tra 3844 cortometraggi arrivati da 116 diverse nazioni, segno dell’attenzione che il festival si è ritagliato tra i registi emergenti e le piccole case di produzione di tutto il mondo. Grazie ad un lungo lavoro di selezione, che ha coinvolto anche il pubblico con l’esperimento delle “Primarie Cortisonici”, sono ventiquattro film in concorso in rappresentanza di 15 diverse nazioni: Azerbaigian, Belgio, Brasile, Francia, Germania, Gran Bretagna, Israele, Italia, Kosovo, Olanda, Russia, Spagna, Stati Uniti, Venezuela e Vietnam.

Prima volta al festival per alcune nazioni, mai rappresentate in precedenza al concorso: dal Kosovo Ajo, della regista More Raça, che porta a Varese un racconto di riscatto tutto al femminile; da Israele Alef b’Tamuz, di Yael Reisfeld, una visionaria animazione che accompagna tre pellegrini indigenti in una strana notte nel vecchio cimitero ebraico di Zefat; dall’Azerbaigian arriva invece Balaca di Ruslan Aghazadeh e dal Vietnam The mute di An Pham Thien. A chiudere le nuove entrate il venezuelano Lucy di Roberto Gutiérrez, tra i cortometraggi promossi alle “primarie” di sabato 19. Cinque nuove esplorazioni cortisoniche che sicuramente non lasceranno indifferente il pubblico varesino.

Generico 2018

Nel concorso alcuni graditi ritorni, segnale che il festival è un piacevole appuntamento per molti professionisti. Torna in concorso Astutillo Smeriglia, vincitore del festival nel 2010, che quest’anno presenta il folle e audace documentario animato L’inconveniente di avere il C ****. Ritorna al festival anche Lucia Bulgheroni, la giovane varesina già premiata da Cortisonici nel 2012, quando si era aggiudicata il primo premio all’interno del Concorso Videoclip, con il suo primo lavoro Non voglio te dei lavenesi Numa Sosa & The Guachos. All’edizione Cortisonici 2019 la filmaker, che oggi ha ventotto anni, presenterà al pubblico Inanimate, animazione prodotta in Gran Bretagna e selezionata in concorso all’ultima edizione del Festival di Cannes. A completare la compagine italiana Moths to the flame-Falene di Luca Jankovic e Marco Pellegrino e Parru pi tìa di Giuseppe Carleo. Il 2019 sarà per Cortisonici l’anno dell’esplorazione del genere horror e non mancheranno incursioni del concorso in questo genere tanto amato soprattutto dagli spettatori più giovani; tra questi segnaliamo lo sperimentale Follower di Jonathan Behr, un concentrato di adrenalina girato interamente con il cellulare. Questo l’elenco dei cortometraggi selezionati che verranno presentati giovedì 11, venerdì 12 e sabato 13 aprile nella tradizione cornice del Cinema Nuovo di Varese. Per tutti gli aggiornamenti del festival: www.cortisonici.org.

Concorso internazionale Cortisonici / International Competition Cortisonici 2019
1. 8:27- Matthias Kreter- Germania, 13′
2. Ajo- More Raça- Kosovo, 12′
3. Alef b’Tamuz- Yael Reisfeld- Israele, 6’
4. Balaca- Ruslan Aghazadeh- Azerbaigian, 13
5. Broccoli- Ivan Sainz Pardo- Germania- 4’
6. Business meeting- Guy Charnaux- Brasile, 2’
7. Câm Lặng- The mute- An Pham Thien- Vietnam, 15’
8. Cerdita- Carlota Martìnez Pereda- Spagna, 14’
9. Estigma- David Velduque- Spagna, 14
10.Follower- Jonathan Behr- Germania, 10′
11.Hold on- Bart Schrijver- Olanda, 6′
12.Inanimate- Lucia Bulgheroni- Gran Bretagna, 8’
13.InLove- Les Frères Lopez- Francia, 7’30’’
14.L’incoveniente di avere il C ****- Astutillo Smeriglia- Italia, 3’30’’
15.La mal bleu- Anais Tellenne, Zoran Boukherma – Francia 15’
16.Lo siento, mi amor- Eduardo Casanova, Spagna, 7’
17.Lucy- Roberto Gutiérrez- Venezuela, 15’
18.Maintenant On Peut Mourir Tranquille- Arnaud Guez- Belgio 4’
19.Moths to the flame-Falene- Luca Jankovic, Marco Pellegrino- Italia, 13’
20.No smooking indoors- Philipp Westerfeld- Germania, 11’
21.Old goat- Georgiy Boldugerov- Russia, 10’
22.Panta Rhei- Wouter Bongaerts- Belgio, 10’
23.Parru pi tìa- Giuseppe Carleo- Italia, 15′
24.The shadow of an owl- Mikhail Shulaev- Russia, 15’

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 febbraio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore