Il Varese dei ragazzini ne fa quattro al Busto 81

Risultato clamoroso al "Chinetti" dove i giovanissimi di Domenicali dominano la sfida e ribaltano il pronostico. Silla apre le danze, nella ripresa dilagano i biancorossi. Lunedì alle 13 la presentazione del nuovo assetto societario

Busto 81 varese calcio

Hai voglia, certe volte, a fidarti dei pronostici. Quella che doveva essere una partita semplice per il Busto 81, matricola ambiziosa e alla ricerca di punti playoff, è diventata una marcia trionfale del giovanissimo Varese di Domenicali. I biancorossi bosini, con una squadra imbottita di ragazzini (unico senior titolare Simonetto), segnano quattro reti al “Chinetti” di Solbiate Arno, ritrovano la vittoria dopo molte settimane, lasciano a bocca aperta anche il più fedele dei suoi tifosi (accorsi comunque in buon numero) e rivitalizzano la posizione in classifica che rimane ovviamente sub judice per via delle ben note penalizzazioni in sospeso.

In più, i biancorossi, tirano anche la volata al previsto avvicendamento societario che verrà illustrato domani – la data è quella del 1° aprile, ma giurano non sia un “pesce” – allo Zamberletti di Corso Matteotti alle ore 13. Oggi al “Chinetti” erano presenti sia il presidente uscente Claudio Benecchi (che rimarrà all’interno del Varese) sia Domenico Altomonte che a questo punto è chiamato a definire con maggiori dettagli quale sarà il nuovo assetto. Da parte nostra rimane un sano scetticismo, che solo cospicui bonifici ai creditori potrà dissolvere. Intanto registriamo comunque questo passo avanti nella speranza che non sia effimero come i precedenti.

Tornando alla gara, è corretto parlare di impresa per il Varese, bravo soprattutto ad approfittare di uno svarione iniziale della difesa bustocca – rete di Silla servito da Moceri – e capace con il passare dei minuti di non farsi pesare le differenze di esperienza e tonnellaggio e, anzi, andando con caparbietà a cercare di pungere di nuovo. Una propositività premiata a più riprese nel secondo tempo, anche per via di un Busto 81 tremendamente impreciso e molto deludente: così prima Moceri (partitone), poi Scaramuzza e infine Marinali hanno confezionato un poker davvero notevole. Ora il match torna a spostarsi lontano dal campo, ma per intanto i ragazzi in biancorosso hanno fatto più del proprio dovere anche questa volta.

Per rivivere il live della partita  CLICCATE QUI.

CALCIO D’INIZIO

“Tutti i vivi all’assalto”: il titolo di un bel libro di Alfio Caruso riassume bene la situazione del Varese, la cui rosa già ridotta è costretta a fare a meno di svariati infortunati e squalificati. I biancorossi, ospiti in questo caso, vanno in campo con il 4-2-3-1 con i fratelli Lonardi terzini e con Moceri punta avanzata con il tris Mondoni-Silla-Scaramuzza alle spalle. Il Busto 81 va in campo con la difesa a tre e Becchio esterno destro: oltre a lui gli ex in campo dall’inizio sono Ferri e Giovio, con Calzi in panchina.

IL PRIMO TEMPO

Il tempo di far partire il cronometro e si concretizza la sorpresa: Varese in vantaggio. Moceri fa secco Ferri sullo scatto ed è generoso nel servire Silla che evita il fuorigioco e beffa Riccardi sull’uscita facendo esplodere i tanti tifosi varesini presenti.
Il Busto prova subito a reagire e si riversa in avanti, senza tuttavia creare vere occasioni da rete. Il brivido maggiore lo dà addirittura… Scapolo che controlla male una palla in area e si scontra con Berberi: per l’arbitro non è rigore (il penalty ci stava) e la difesa allontana. Passato il quarto d’ora però la pressione del Busto si fa meno intensa e così il Varese può tornare a pensare di fare gioco, sfruttando anche una certa morbidezza della squadra di Civeriati quando si tratta di difendere la propria porta. Il tecnico di casa alla mezz’ora ridisegna la squadra: fuori Scognamiglio e difesa a quattro, ma il Varese concede poco campo, è attento nel ripartire, si illude su un’inzuccata di M’Zoughi (fuori, però) e addirittura, proprio allo scadere potrebbe raddoppiare. Spunto di Scaramuzza a sinistra, palla nell’area piccola e solo l’intervento d’esperienza di Ferri in anticipo su Moceri evita il raddoppio.

LA RIPRESA

Ma la seconda rete del Varese arriva appena le squadre tornano in campo: al 6′ Riccardi respinge maluccio una punizione di Marinali, i suoi compagni di reparto lasciano a Silla la possibilità di rigiocare la palla che poi finisce a Moceri. Gran missile da dentro l’area della punta siciliana e sfera che sfiora la parte bassa della traversa siglando il raddoppio.
Da qui alla mezz’ora Becchio e compagni avrebbero il tempo per provare la rimonta, ma testa, gambe e pure piedi non collaborano. Per i biancorossi ospiti quindi non è difficile gestire il doppio vantaggio e sfiorare il tris: al 13′ Moceri scappa a sinistra e trova la testa dell’accorrente Mondoni ma stavolta Riccardi sfodera il miracolo e salva la porta. Il Busto cambia di nuovo pelle inserendo Shullani e il giovane e rapido Milani, ma a parte un’ammonizione al Lonardi di destra queste mosse non portano altre novità. E così, all’ennesima bambola della difesa bustocca, arriva la terza rete: retropassaggio di Ferri dalla fascia, pasticcio con i piedi del portiere, pressato da Moceri (sempre lui) e ad approfittarne è Scaramuzza che la spinge in rete da pochi metri.
E mentre tutti stanno assaporando il gusto della vittoria, con Domenicali che dà fondo alla sua panchina, c’è tempo pure per il poker: Mondoni abbattuto in area e calcio di rigore che Marinali realizza alla perfezione. Zero a quattro, il popolo biancorosso per una volta può festeggiare.

Per rivivere il live della partita  CLICCATE QUI.

BUSTO 81 – VARESE 0-4 (0-1)

MARCATORI: Silla (V) al 2′ pt; Moceri (V) al 6′ st, Scaramuzza (V) al 32′ st, Marinali (V) su rig. Al 47′ st

BUSTO 81 (3-5-2): Riccardi; Puka, Ferri, Bisceglia; Becchio, Vernocchi (Vago dal 1′ st), Palumbo (Shullani dall’11 st), Scognamiglio (Blliku dal 32′ pt, Dal Molin dal 28′ st), Cannizzaro; Berberi, Giovio (Milani dall’11 st). All. Civeriati. A disp.: Monzani, Calzi, Carfora, Franchi.
VARESE (4-2-3-1): Scapolo, D. Lonardi, M’Zoughi, Simonetto, L. Leonardi; Marinali, Klos (Masinari dal 42′ st); Mondoni (Stroppa dal 48′ st), Silla (Esopi dal 28′ st), Scaramuzza (Barone dal 43′ st); Moceri (Ovalle dal 36′). All. Domenicali. A disp.: Riva, De Leo.
ARBITRO: Ozzella di Benevento (Manzini ed Ercolani).
NOTE. Giornata calda e serena, campo in condizioni imperfette. Ammoniti: Giovio, Becchio, D. Lonardi, Ferri. Calci d’angolo: 3-4. Recupero: 1′ e 5′. Spettatori: 1000 circa.

Domenicali sorride: “Non partiamo mai battuti”. Simonetto: “Grande volontà”

di damiano.franzetti@varesenews.it
Pubblicato il 31 marzo 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore