Tagliati i tre pini sulla Statale, “erano pericolosi”

Da giorni al lavoro una ditta privata che ha operato l’abbattimento: parte dei rami bloccarono la statale qualche settimana fa

Abbattuti i grandi alberi sulla statale

Solo qualche settimana fa, il 26 marzo per l’esattezza, i rami di quei tre grandi pini secolari, strapazzati dal vento, caddero sulla statale sottostante. In questi giorni gli alberi sono stati tagliati.

Siamo nei pressi dell’imbocco di via Motto Dei Grilli, la strada che porta al polo scolastico di Cocquio Trevisago, lungo la strada statale 394.

Galleria fotografica

Abbattuti i grandi alberi sulla statale 4 di 4

Gli alberi erano in una proprietà privata nota come “Ex Vallardi”, fondo al centro di una procedura fallimentare. Una situazione – quella del pericolo di caduta di rami sullo stradone sottostante – che non è sfuggita all’amministrazione comunale, dal momento che non si trattava di rami “normali” ma di piante enormi, alte ben più di dieci metri.

«Quella notte» – ricorda Isacco Sandrinelli, Assessore all’Urbanistica, Lavori Pubblici ed Edilizia privata «fino alle tre di notte fummo impegnati assieme agli uomini della protezione civile per rimuovere quei rami che una volta rovinati a terra impedirono di fatto il transito lungo la statale. Siamo certamente dalla parte del verde e ne riconosciamo l’importanza. Ma viene prima la sicurezza dei cittadini».

Nella vicinanze ci sono le scuole elementari e poi le medie, e la zona è particolarmente trafficata soprattutto nelle ore di accompagnamento dei bimbi da e verso le scuole.

«Abbiamo contattato il curatore fallimentare col quale abbiamo convenuto la necessità e l’urgenza dell’intervento, che è stato completamente a carico del privato», ha concluso l’assessore.

La notizia parte dalla segnalazione di un lettore che nella giornata di ieri, lunedì 15 aprile ci ha inviato alcune foto che pubblichiamo in calce all’articolo.

di
Pubblicato il 16 aprile 2019
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Abbattuti i grandi alberi sulla statale 4 di 4

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore