Il Collegio Rotondi festeggia 420 anni con l’arcivescovo Delpini

Il Collegio Rotondi festeggia 420 anni dalla sua fondazione con la S. Messa dell’Arcivescovo di Milano venerdì 24 alle ore 11.00

da Lunedì nuovo anno al Collegio Rotondi: educatori e esperienze residenziali

Una storia di 420 anni, nessuna istituzione scolastica in provincia può vantare una tradizione così longeva. Il Collegio Rotondi di Gorla Minore è una scuola che è passata attraverso eventi storici e culturali di grandi cambiamenti che ha sempre saputo affrontare con innovazione e coraggio.

Quest’anno la scuola ha deciso di festeggiare non solo la storia, ma anche il futuro: il coraggio di continuare a dare ai giovani un luogo in cui non viene solo insegnata la cultura, ma anche lo stare insieme, il condividere, l’innalzare la propria anima e perseguire valori più alti del solo profitto economico.

Il Collegio è una grande famiglia, accogliente, innovativa, dove le esperienze e il mondo vengono scoperte non solo sui libri. Ogni giorno tra queste mura si respira e si immaginano i passi e le parole e i volti di tutti gli studenti che ci hanno preceduti e quando si percorrono questi antichi corridoi il passato e il futuro si fondono in una storia senza fine. Una storia che inizia nel 1599 quando a Gorla Minore il conte Terzaghi dona la sua proprietà per la formazione di una scuola.

Il Collegio festeggia questo storico traguardo (confermando il suo primato di scuola più antica della Diocesi di Milano e della Lombardia), grazie anche al grande rilancio che il Rettore Don Andrea Cattaneo ha impresso, dopo un periodo di grande fatica e di sfiducia negli anni e in chi lo ha preceduto, che stava trascinando il collegio verso la chiusura.

Dal suo arrivo, grazie al suo entusiasmo e alla sua capacità di coinvolgere i docenti in un cammino di innovazione didattica ed educativa, il Collegio ha visto il raddoppio delle iscrizioni.

Tra i presidenti del consiglio di amministrazione che negli anni si sono succeduti alla guida del Rotondi anche l’attuale ministro della Pubblica Istruzione Bussetti, che ha accompagnato, con passione e competenza il Rettore nell’operosa operazione di rilancio.

Tradizione ed innovazione (inserimento della lingua Inglese, dela robotica, nuove aule didattiche 3.0) accanto ad esperienze di vita spirituali come il cammino di Santiago, il pellegrinaggio a Gerusalemme, il volontariato a Lourdes per i più grandi, e un forte progetto educativo contraddistinto dai valori cristiani sono stati il trampolino di lancio per questo storico rilancio che il Rettore ha declinato con il motto: “tradizione e innovazione”.

Sarà l’arcivescovo di Milano Mons. Delpini a celebrare la S. Messa che aprirà solennemente i festeggiamenti, che si protrarranno per tutto il nuovo anno scolastico. Il particolare si darà grande rilievo, il primo giorno di scuola del prossimo settembre, dove alla presenza delle autorità suonerà per la quattrocentoventesima volta la campana del “primo giorno di scuola”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 maggio 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore