Fa caldo e soffrono anche le risorse idriche, attenzione agli sprechi d’acqua

La società Acsm Agam ha rilevato aumenti dei consumi dal 30 al 55%. Si raccomanda un uso consapevole dell'acqua riducendo allo stretto necessario annaffiamenti, lavaggio auto e ricambi delle piscine

estate acqua

L’eccezionale ondata di calore che interessa anche i territori serviti da Acsm Agam reti gas acqua è destinata ad incrementare ulteriormente i consumi idrici, già superiori alla media vista la persistente siccità e la carenza di precipitazioni.

Negli acquedotti di Varese e comprensorio la media di incremento dei consumi nei mesi caldi rispetto agli altri periodi dell’anno è nell’ordine del 30 per cento. Nelle situazioni di particolare calura l’aumento sfiora il +55 per cento. «La società – spiega Acsm Agam in una nota – sta monitorando in modo costante la disponibilità idrica nei propri impianti, sufficiente per fronteggiare anche i picchi di richiesta, salvo il perdurare degli eventi climatici eccezionali di questi giorni».

La società di distribuzione del gruppo Acsm Agam raccomanda un uso consapevole dell’acqua, riducendo allo stretto necessario gli innaffiamenti, i lavaggi delle auto, i ricambi delle piscine, limitando i consumi di acqua potabile ai soli usi domestici e igienico-sanitari.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 giugno 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore