La Pro Patria soffre ma vince. Matelica battuto 1-0

Decide la rete all'esordio di Defendi. Nel finale decisivo Tornaghi con due belle parate dopo l'espulsione di Colombo

pro patria matelica

La Pro Patria deve mettere in campo un extra di energia per battere il Matelica 1-0 e passare il primo turno di Coppa Italia. Decide la sfida un gol di Defendi al 27′ del secondo tempo. Gol all’esordio in maglia biancoblu per l’attaccante e rete pesante, che vale la qualificazione alla prossima gara della coppa nazionale, settimana prossima in casa dello Spezia. Esce a testa alta dallo “Speroni” il Matelica, che fa sudare non poco i tigrotti e nel finale, complice l’espulsione di Colombo al 36′ della ripresa, rischia di pareggiare; solo due interventi da gran portiere di Tornaghi permettono alla Pro Patria di portare l’1-0 fino al triplice fischio dell’arbitro.

FISCHIO D’INIZIO – La prima partita della stagione 2019-2020 vede la Pro Patria ospitare allo “Speroni” per il primo turno di Coppa Italia il Matelica, squadra marchigiana di Serie D. Mister Ivan Javorcic non rinuncia al collaudato 3-5-2 e schiera Tornaghi in porta, in difesa Molnar, Lombardoni e Boffelli. In mediana il regista è Bertoni con Colombo e Ghioldi ai fianchi, mentre sulle fasce agiscono Spizzichino e Galli, fresco di rinnovo. In attacco ci sono Le Noci e Parker. Il Matelica, allenato da Pier Francesco Battistini, scende in campo con un 4-2-3-1 che vede Moretti punta centrale supportato da Valenti, Rinaldi e Bugaro.

IL PRIMO TEMPO – I ritmi sono da partita di inizio agosto, ma il Matelica fa capire subito alla Pro Patria di essere una formazione con carattere. Nei primi minuti infatti sono i marchigiani a tenere maggiormente il pallino del gioco, pur senza creare occasioni da gol. La gara dei tigrotti è sorniona, la difesa chiude bene e in ripartenza si prova a pungere. Dopo un primo squillo biancoblu al 21′ – sinistro di poco alto di galli dai venti metri – l’occasione per sbloccare il match arriva al 30′ con Ghioldi che recupera un pallone in ottima posizione ma calcia a lato complice anche una strattonata del difensore. Nel finale di tempo i tigrotti si rendono pericolosi al 43′ con un colpo di testa di Parker angolato sul quale Urbietis si supera allungandosi e togliendo la palla dall’angolino. Al 45′ invece Spizzichino cade a terra in area dopo un contrasto, giocatori e tifosi protestano ma l’arbitro lascia correre. Il tempo si chiude così senza reti e con il risultato fermo sull 0-0.

LA RIPRESA – Sembra partire meglio nel secondo tempo la Pro Patria, che alza il baricentro ma non costruisce palle gol. Il Matelica attende e al 9′ sfiora il gol con un’azione veloce in ripartenza conclusa con un destro di Bugaro che sfiora il palo. Gli ospiti ci credono e Valenti al 20′ calcia alto di poco un mancino dalla lunga distanza. Javorcic capisce che è il momento di cambiare, toglie Le Noci e Parker per Defendi e Mastroianni e proprio la nuova coppia d’attacco costruisce la rete dell’1-0 al 27′: lancio lungo, Mastroianni di testa allunga la traiettoria per Defendi che parte con i tempi giusti e batte il portiere avversario in uscita. Primo gol in maglia biancoblu all’esordio per l’attaccante ex Cuneo. I tigrotti attaccano ancora in cerca del raddoppio ma al 36′ Colombo ferma un contropiede avversario e si becca il secondo cartellino giallo, lasciando i suoi in 10. Javorcic inserisce Palesi per Defendi (che gioca così 26′ minuti) per difendere il risultato. Nel finale è Tornaghi il grande protagonista: al 46′ alza sopra la traversa un tiro di Barbetta da dentro l’area, due minuti dopo è invece decisivo in uscita bassa su Alessandro Di Renzo. Intervento che salva il risultato e permette alla Pro Patria di avanzare al secondo turno di Coppa Italia.

AURORA PRO PATRIA 1919 – S.S. MATELICA     1 – 0  (0 – 0)

Marcatori: 27′ s.t. Defendi (PP).

AURORA PRO PATRIA 1919 (3-5-2): 1 Tornaghi; 5 Molnar, 19 Lombardoni, 3 Boffelli; 17 Spizzichino, 21 Colombo, 14 Bertoni, 23 Ghioldi, 15 Galli; 10 Le Noci (13′ s.t. 18 Defendi (38′ s.t. 6 Palesi)), 11 Parker (23′ s.t. 9 Mastroianni). A disposizione: 22 Angelina, 2 Marcone, 4 Battistini, 7 Pedone, 8 Brignoli, 16 Fietta, 20 Cottarelli, 24 Molinari, 25 Ferri. All. Javorcic

S.S. MATELICA (4-2-3-1): 1 Urbietis; 2 Di Renzo S. (32′ s.t. 15 Demoleon), 5 Pupeschi, 6 De Santis, 3 Di Renzo A.; 8 Bordo, 4 Croce; 7 Valenti, 11 Rinaldi (7′ s.t. 16 Severini), 10 Bugaro (35′ s.t. 18 Barbetta); 9 Moretti. A disposizione: 12 Bigliardi, 13 Visconti, 14 De Luca, 17 Barbarossa, 19 Peroni, 20 Amoroso. All. Battistini.

ARBITRO: Giuseppe Collu di Cagliari (Mattia Massimino della Sezione di Cuneo e Luca Dicosta della Sezione di Novara. Quarto Ufficiale: Stefano Nicolini della Sezione di Brescia).

Angoli: 4 – 3.  Recupero: 0′ p.t. – 5′ s.t. Ammoniti: Colombo, Spizzichino (PP); Moretti, Di Renzo S. (MAT). Espulsi: Colombo (PP) al 36′ s.t. per doppia ammonizione. Note: Giornata afosa e soleggiata. Terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori 605. 

di francesco.mazzoleni@varesenews.it
Pubblicato il 04 agosto 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore