Un “Kenya party” per gli amici runners

Sabato 5 ottobre si terrà la quinta edizione di una festa molto particolare: atleti africani incontreranno gli azzatesi per mangiare insieme cibo tipico e conoscere meglio il paese in cui si allenano

Azzate varie

Il Comune di Azzate e Africa Sport organizzano il quinto “Azzate-Kenya Party“. Sabato 5 ottobre al salone dell’oratorio in via Acquadro 30 (sotto il cinema Castellani)  si parte alle 19 con un cocktail di benvenuto. A seguire la proiezione di “Benvenuti a Kiambogo” un documentario alla scoperta del campo di allenamento di Kiambogo da dove è partito il progetto Run2gether . La serata “Azzate-Kenya party” è organizzata da Africa e Sport e Run2gether che operano insieme per l’interessante progetto che è di fatto un  connubio tra corsa e solidarietà.

Da anni Africa e Sport, associazione collegata a “medici per l’Africa” raccoglie fondi destinati alla costruzione di impianti sportivi in alcune zone povere dell’Africa e per l’avvio di progetti rivolti alle persone più deboli che vogliono avvicinarsi allo sport.

Run2gheter è una Onlus austriaca che ha lo scopo di portare in Europa forti runners kenyani, e non solo, per farli partecipare alle competizioni con un doppio fine: sportivo e sociale. Sportivo in quanto concede la possibilità a molti giovani atleti africani di partecipare a prestigiose gare podistiche (maratone, mezze maratone, 10.000, gare in montagna) e sociale in quanto parte dei ricavi degli atleti vengono devoluti per progetti sociali in Africa, in particolare Kyambogo, paese keniano nel quale gli atleti sono soliti allenarsi. Recentemente, ad esempio, parte degli introiti guadagnati dagli atleti sono stati impegnati per la costruzione di un asilo. Questo è possibile anche grazie ad una particolarità di Run2gether: gli atleti vengono ospitati da alcune famiglie europee quando soggiornano in Italia, in questo modo avviene anche uno scambio culturale.

Azzate è la sede italiana degli atleti di Run2gether e in questi anni, oltre alla solita ospitalità in famiglia, si è aggiunta un appartamento messo a disposizione per i giovani keniani che partecipano alle gare. Negli anni quindi si è creata un legame speciale tra gli azzatesi e i runner africani, tanto che ormai molti di loro si sentono parte della comunità.

La festa ha lo scopo di consolidare questo legame oltre che far conoscere meglio i progetti dell’associazione, e gli atleti coinvolti. Quest’anno in particolare, oltre  alla cucina tipica del paese africano di provenienza dei vari corridori, per la prima volta verrà proiettato il documentario  “Benvenuti a Kyambogo” che permetterà di conoscere meglio la realtà di provenienza dei runners ma non solo: «Siamo certi che a molti azzatesi verrà voglia di visitare Kyambogo – spiegano gli organizzatori – Come è già avvenuto per alcuni cittadini che hanno partecipato a viaggi appositamente organizzati in Africa allo scopo di conoscere questa interessante realtà».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore