Endometriosi: linea diretta con gli specialisti del Del Ponte

Attivo al numero 380-8981144, dal lunedì al venerdì, ore 09.00-18.00
. Una diagnosi tempestiva e un trattamento appropriato possono migliorare la qualità di vita

ghezzi e equipe enometriosi

Ospedale Del Ponte: parte l’help-line per le donne affette da endometriosi.
Attivo al numero 380-8981144, dal lunedì al venerdì, ore 09.00-18.00


L’endometriosi è una patologia cronica diffusa, tanto che solo nel nostro paese si stima ne siano colpite circa 3 milioni di donne.

Si tratta di una malattia benigna che affligge globalmente la salute femminile, spesso con conseguenze devastanti per la qualità di vita, sia per la sintomatologia dolorosa che la caratterizza, sia per la sub-fertilità che frequentemente la accompagna.

L’impatto sulla capacità di svolgere le attività quotidiane, inclusa quella lavorativa, nonché sui rapporti sociali e di coppia è tale che gli stadi clinici più avanzati dell’endometriosi sono stati ufficialmente riconosciuti come condizione cronica invalidante.

Una diagnosi tempestiva e un trattamento appropriato possono migliorare la qualità di vita e prevenire conseguenze avverse sulla fertilità, ma richiedono operatori esperti nella conoscenza della patologia, perché non si tratta di una malattia semplice né da identificare, né tanto meno da curare.

La S.C. di Ginecologia e Ostetricia dell’Ospedale Del Ponte da molti anni si dedica alla cura delle donne affette da endometriosi ed è diventata nel tempo un riferimento per un numero crescente di pazienti che vengono accompagnate nel percorso diagnostico e terapeutico da un gruppo di specialisti dedicati, che lavorano congiuntamente per offrire cure personalizzate e di eccellenza.

«Solo nell’ultimo anno sono state effettuare nel Centro Endometriosi più di 300 visite, – spiega il Direttore del reparto, il Prof. Fabio Ghezzi – con un trend in costante aumento nel tempo: si tratta di donne che spesso giungono alla nostra attenzione dopo aver peregrinato per anni da un medico all’altro alla ricerca di una motivazione per il loro dolore, senza trovare risposte».

L’impegno profuso in questi anni nel rispondere alla richiesta di aiuto delle donne seguite presso il Centro varesino ha fatto nascere l’idea di attivare un servizio di assistenza telefonica dedicato proprio alle pazienti con endometriosi.  L’intento è quello di fornire uno spazio per dare voce a dubbi e timori e di accogliere, nell’immediato, la richiesta di aiuto delle pazienti attraverso un dialogo diretto con lo specialista, così da garantire alle pazienti un contatto qualificato durante tutto il percorso di diagnosi e cura.

L’help-line non potrà ovviamente sostituire la valutazione clinica, quando questa è necessaria, ma potrà rispondere alle richieste di informazioni e di supporto assistenziale (ad esempio l’interpretazione di alcuni sintomi o semplici consigli pratici) o togliere dubbi e, ove necessario, connettere velocemente le pazienti con gli altri specialisti del team multidisciplinare (esempio dietista, psicologa, …).

«Vogliamo assicurare un ascolto continuativo dei bisogni delle nostre pazienti, – conclude Ghezzi – che vada ad esempio oltre la dimissione dal reparto per un intervento chirurgico: speriamo che il servizio contribuisca a rafforzare l’alleanza tra pazienti e operatori e a rendere cosi meno faticoso il confronto con la malattia».

Le donne affette da endometriosi possono rivolgersi a questo numero di telefono dedicato:
Help-line Endometriosi: 
380-8981144, dal lunedì al venerdì, ore 09.00-18.00
Il Centro Endometriosi dell’Ospedale Filippo Del Ponte di Varese è coordinato e diretto dal Prof. Fabio Ghezzi, con la collaborazione della Dr.ssa Giulia Bordi, del Dr. Davide Sturla, del Dr. Antonio Simone Laganà e del Dr. Jvan Casarin.
Gli ambulatori sono collocati nel Padiglione Ottagono e i controlli si svolgono ogni mercoledì dalle ore 14.00 alle ore 18.00 (previo appuntamento CUP).
E-mail: amb.endometriosi@asst-settelaghi.it 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 04 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore