Italia: dove andare per godere del foliage autunnale

Ha cominciato a diffondersi la passione per i colori autunnali: l’arancione, il giallo e il rosso delle foglie che cadono dagli alberi. Vediamo insieme alcune delle mete italiane in cui godere le bellezze del foliage

foliage autunno cassano magnago daniele beati

L’autunno è visto da molti come una stagione poco interessante; le piogge frequenti, la natura che si prepara all’inverno, le giornate brevi, sono tutti elementi che portano a prediligere la primavera o l’estate. Negli ultimi anni però anche nel nostro Paese ha cominciato a diffondersi la passione per i colori autunnali: l’arancione, il giallo e il rosso delle foglie che cadono dagli alberi, ammantano tutti i giardini della penisola in un’aura quasi irreale. Per godersi al meglio le bellezze del foliage è bene che l’autunno sia al suo culmine: vediamo insieme alcune delle mete italiane in cui godere di questo spettacolo naturale.

I grandi parchi
Tra le località più interessanti in cui vedere come il foliage modifica il paesaggio, i grandi parchi nazionali sono decisamente indicati. Peraltro le località italiane comprese in queste zone naturali lasciate allo stato brado sono moltissime, e questo significa che le opportunità di visita si moltiplicano. Inoltre nelle giornate in cui il clima è eccessivamente inclemente e ci impedisce di svolgere la nostra passeggiata nel bosco, si potrebbe approfittare per visitare un piccolo mercato artigiano o un borgo arroccato tra le colline. Presso alcune località all’interno del Parco nazionale dello Stelvio proprio in autunno, oltre ai colori del foliage, è possibile vedere anche i cervi maschio che si contendono le femmine, con il loro tipico verso che riecheggia tra le montagne; il Parco Nazionale d’Abruzzo è perfetto anche per chi è alla ricerca di funghi o castagne; all’interno del Parco Nazionale della Sila ogni fine settimana sono disponibili visite organizzate appositamente per ammirare il foliage.

I parchi cittadini
L’autunno è una stagione perfetta anche per chi ama visitare i grandi giardini italiani. Alcuni sono parchi secolari, dove nel corso dei decenni si sono create vere e proprie collezioni di alberi provenienti da tutto il mondo. In queste zone, oltre a godere dell’effetto delle foglie pronte a cadere sugli alberi tradizionali che si vedono in molti boschi nelle zone poco abitate, questo tipo di gita offre l’opportunità di vedere il foliage anche su alberi e arbusti poco usuali, con colori del tutto sorprendenti. A Stresa assolutamente da vedere è il Parco Pallavicino, con moltissimi alberi secolari di diverse varietà. Sull’Isola del Garda si possono ammirare gli alberi autunnali solo approfittando delle visite guidate. Nel viterbese il Sacro Bosco di Bomarzo offre non solo colori eccezionali, ma anche sculture nascoste tra gli alberi.

Cosa portare
Per poter godere al meglio del foliage è importante partire attrezzati: un abbigliamento antipioggia con un comodo impermeabile e qualche abito pesante nel caso in cui si decida di avviarsi lungo i sentieri dei grandi Parchi alpini. Prepariamo anche uno zaino attrezzato di dispositivo per catturare le immagini migliori e le lenti a contatto che siamo soliti utilizzare, per averle sempre a portata di mano in ogni situazione. Scopri qui le iniziative disponibili per le lenti a contatto e tanti consigli utili per portarle sempre con te anche in viaggio.

 

 

 

 

 

di divisionebusiness@varesenews.it
Pubblicato il 08 novembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore