Festa del ringraziamento al Camelot di Gallarate

Premiati i volontari, le associazioni e i gruppi che nel 2019 hanno partecipato alla creazione di momenti ricreativi e ludici in favore degli ospiti

Generico 2018

Tante le associazioni di volontariato che hanno partecipato nel pomeriggio di venerdì 13 dicembre 2019 alla Festa del Ringraziamento della RSA Camelot di Gallarate.

Una ricorrenza importante in cui il Presidente di 3SG Giacomo Peroni a nome di tutto il CDA, insieme alla Direttrice Maria Putzu, alla Responsabile di Struttura Marusca Bianco e allo staff animativo, hanno potuto esprimere gratitudine a tutti coloro che nel corso dell’anno hanno contribuito, con il loro prezioso impegno, alla creazione di momenti di socialità, di partecipazione e di festa in favore degli ospiti e dei familiari della struttura dei Ronchi. 

Il volontariato, ricorda il Presidente Peroni è “una realtà fondamentale e una presenza significativa nella vita dei nostri Ospiti e il Natale alle porte è il momento giusto oltre che per scambiarsi gli auguri, anche per fermarsi un istante e dire grazie”     

Un riconoscimento che è andato ai volontari dell’Associazione I Cavalieri di Camelot con la presidente Sonia Mantegazza, che si sono adoperati per potenziare l’integrazione degli Ospiti della Residenza nel tessuto sociale della comunità, promuovendo e organizzando iniziative ludiche e di valorizzazione di interessi culturali e di attitudini. L’associazione che si appresta a compiere 10 anni di vita è una colonna portante nella vita della RSA, e i suoi volontari sono una presenza gioiosa e quotidiana a fianco degli anziani Ospiti.       

Premiati inoltre i volontari dell’Associazione La Voce del Silenzio, presieduta da Erika Varalli e nata due anni fa a sostegno dei familiari delle persone in condizione di stato vegetativo. Un’associazione giovane ma già capace di concretizzare diversi obiettivi, nel 2019 infatti ha realizzato percorsi formativi per i volontari che partecipano attivamente alla vita del nucleo stati vegetativi di 3SG, ha organizzato gruppi di incontro e supporto per i familiari con un arte-terapista e una psicologa e un corso gratuito sempre per i familiari di pilates medico, per dare la possibilità alle famiglie che vivono la difficile esperienza di un proprio caro in condizione di veglia non responsiva, di svagarsi dall’impegno dell’assistenza e dedicare qualche minuto al proprio benessere. 

Un riconoscimento è andato anche ai rappresentanti dell’Associazione dei dipendenti di 3SG La Dama del Lago, presieduta da Antonietta Mazza, i cui iscritti hanno organizzato nel corso dell’anno diversi eventi per gli Ospiti e per i familiari, come l’organizzazione di feste, spettacoli teatrali, momenti ludici e gastronomici.

3SG può contare anche sul prezioso intervento della Croce Rossa Italiana, comitato di Gallarate, presieduta dal Dr. Mirto Crosta, i cui volontari del progetto LA BIGA, sono una costante e delicata presenza all’interno dell’Hospice Altachiara a fianco dei pazienti in condizione di terminalità.    

Un ringraziamento anche a Lorenzo Bovitutti, direttore artistico della manifestazione Donatori di Musica al Camelot, un’associazione di musicisti professionisti nata per portare in modo gratuito la musica classica nei luoghi di assistenza e cura. La presenza dei musicisti “donatori” allieta a cadenza mensile gli ospiti della Struttura con concerti di grandissimo livello.      

Un grazie anche agli insegnanti delle scuole medie Majno, Elementare dei Ronchi e Materna dei Ronchi, che si adoperano con grande passione alla creazione di attività intergenerazionali, che tanto sono gradite agli ospiti quanto preziose ed educative per i giovani alunni.      

La cerimonia è proseguita ringraziando l’Associazione I Colori del Sorriso, che sono presenti una domenica al mese nei corridoi di 3SG con la loro clowntherapy, i musicisti volontari Le Penombre che hanno allietato diversi pomeriggi, suonando le canzoni più amate dagli Ospiti e Auser, con la volontaria Clara Braggion, attiva nel nucleo protetto per malati di Alzheimer.

Infine un ringraziamento speciale a tutto il servizio religioso, in particolare a Padre Tanzi e a Don Gigi Peruggia, che con il loro costante supporto spirituale, sostengono, confortano e abbracciano gli ospiti della RSA e dell’Hospice. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 dicembre 2019
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore