Lo storico marchio d’abbigliamento Lisanza passa alla Mrp srl

Nei prossimi mesi avrebbe compiuto cento anni. La nuova società, subentrata alla famiglia Carletto, sarà guidata da Marco Calleri e un gruppo di manager di grande esperienza nel settore tessile e abbigliamento. Calleri: «Il piano di sviluppo porterà l'azienda a una crescita internazionale con positive ricadute per il territorio lombardo»

Generico 2018

Lisanza, lo storico marchio dell’abbigliamento intimo maschile e femminile di Sesto Calende, dopo un secolo di storia – fu fondato nel 1920 – passa la mano. La famiglia Carletto ha ceduto la proprietà dell’azienda alla Mrp srl  società guidata da Marco Calleri che ha acquisito l’intero capitale sociale del maglificio lisanzese.

La Mrp srl, che è costituita da un gruppo di manager che vantano una grande esperienza nel settore tessile, dell’abbigliamento e della distribuzione retail, ha come obiettivo il rilancio dello storico marchio di alta gamma con un piano di sviluppo che prevede il presidio degli attuali mercati di riferimento a partire da Giappone, Russia, Corea e più in generale nel far east ed estremo oriente.

La società sarà guidata da Marco Calleri, con il ruolo di amministratore delegato, che sarà affiancato da Rosanna Buccaro, già manager di Coin, Ovs e Gruppo Armani, per lo sviluppo prodotto, marketing e comunicazione, e da Paolo Sommarone con esperienze in Gabel, Lovable e Coin per lo sviluppo commerciale.

«Siamo entusiasti delle potenzialità dell’azienda e dei suoi prodotti – ha dichiarato il nuovo ad Marco Calleri – il nostro piano di sviluppo porterà l’azienda a una crescita  internazionale con positive ricadute per il territorio lombardo e per il made in Italy in generale. Lisanza è un marchio che da sempre rappresenta un’eccellenza nel panorama nazionale e internazionale della qualità e dello stile italiano. Poter contribuire a sviluppare  sempre di più questo lifestyle italiano rappresenta per me un motivo d’orgoglio, un onore e una sfida».

Giovanni Carletto, rappresentante della famiglia che aveva la proprietà del Maglificio Lisanzese, ha così commentato: «I miei genitori, io e mio fratello Fausto siamo felici di aver trasferito a Marco Calleri e alla sua squadra il patrimonio storico di conoscenze e passione costruito in Lisanza di generazione in generazione. Siamo sicuri che le competenze  e i capitali e i mezzi a disposizione dei nuovi soci forniranno nuovo impulso per rafforzare ulteriormente la posizione di Lisanza sul mercato».

LA STORIA DEL MAGLIFICIO

Nato nel 1920, il Maglificio Lisanzese è stato sin da subito caratterizzato dall’impronta della giovanissima fondatrice Liberata Bodio, che aveva appreso l’arte della maglieria confezionando calze, guanti e maglioni per le famiglie dei militari sul fronte della guerra del Carso e delle Alpi. Nel dopoguerra, il progressivo sviluppo dell’attività portò a un crescente successo sui mercati internazionali, dovuto alla scelta di creare prodotti di qualità alta. Alla sua scomparsa, nel 1975, la fondatrice lasciò l’azienda nelle mani della figlia Rosanna e dei suoi nipoti, oggi responsabili della conduzione del maglificio. (Fonte Maglificio Lisanzese)

di
Pubblicato il 15 Febbraio 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore