Senzatetto trovato morto vicino all’ospedale

Inutili i soccorsi del 118, per l’uomo non c’è stato nulla da fare. “Cause naturali“. L’allarme dei centri di accoglienza

ambulanza e automedica

È con ogni probabilità un malore ad aver stroncato uomo trovato privo di vita questa notte a Varese in via Guicciardini, non distante dall’ospedale di Circolo.

Sul posto dopo il rinvenimento del corpo è stata inviata un’automedica, attorno alle 2.

Il personale sanitario ha constatato il decesso sul posto, dove si è recata anche una pattuglia della polizia di stato.

Secondo le prime informazioni trapelate da fonti investigative il decesso sarebbe da ascriversi a «cause naturali».

La vittima era di origini ungheresi e aveva 46 anni con problemi di alcolismo.

La magistratura ha disposto la restituzione della salma e l’intervento è stato gestito dalla squadra volanti.

La questione dell’assistenza ai senzatetto diventa di grande attualità in questo momento innocui le autorità chiedono a tutti di rimanere in casa.

Il problema ovviamente riguarda chi la casa non ce l’ha ed è costretto a dormire dove capita. Per questo, il centro di accoglienza romano Binario 95 lancia una campagna parallela con l’hashtag #vorreirestareacasa per richiamare l’attenzione, in queste ore di apprensione, anche sulle difficili condizioni che le persone senza dimora e i servizi di accoglienza sono chiamati a fronteggiare. «Solo le stime Istat parlano di 50 mila persone senza dimora, di cui 7 mila solo a Roma – spiega a redattoresociale.it Alessandro Radicchi, fondatore di Binario 95 e direttore dell’Osservatorio nazionale della solidarietà nelle stazioni italiane -. Tuttavia, noi abbiamo contato nell’ultimo anno 20 mila persone che hanno chiesto aiuto alla sala operativa a cui si aggiungono le 12 mila persone che vivono nelle strutture occupate di Roma, le circa 5 mila presenze nei campi rom della Capitale. Con quelli non intercettati arriviamo alle 40 mila persone che non hanno una struttura abitativa o un contesto che possa favorire la possibilità di gestire una situazione critica come questa».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 Marzo 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.