Quantcast

Un’asta benefica della Fondazione Ambrosoli per combattere il Covid in Uganda

Prosegue fino al 12 giugno l'asta benefica organizzata dalla Fondazione Ambrosoli a favore del Memorial Hospital di Kalongo, in Uganda, per combattere l'emergenza Covid-19

Generico 2018

Volumi rari, un fine settimana  in agriturismo, una maglia storica del Milan autografata da Daniele Massaro. Sono solo alcuni degli oggetti che fino al 12 giugno si potranno avere partecipando all’asta benefica organizzata dalla Fondazione Ambrosoli a favore del Memorial Hospital di Kalongo, in Uganda, per combattere l’emergenza Covid-19.

Galleria fotografica

Uganda, Ambrosoli Memoria Hospital di Kalongo 4 di 5

La Fondazione Ambrosoli, grazie alla collaborazione con Charity Stars, partecipa alla campagna #vinciamoNOI per combattere l’emergenza sanitaria che sta colpendo l’Africa, sostenendo l’attività del Dr. Memorial Ambrosoli Hospital in nord Uganda, designato Hub Covid, centro di riferimento distrettuale per i casi sospetti e per il trattamento dei casi moderati, in un’area popolata da più di 500.000 persone e dove non esiste nessuna reale alternativa di cura.

«L’allerta è altissima – spiegano i responsabili dell’iniziativa – perché in Africa gli ospedali non hanno mezzi, strumenti e risorse per affrontare la pandemia: a Kalongo non c’è la terapia intensiva né è possibile allestirla perché servono attrezzature costose e oggi difficilmente reperibili, ma soprattutto manca il personale specializzato. E’ importantissimo evitare il contagio tra i pazienti, considerando la quasi impossibilità di effettuare tamponi e la necessità costante di assistere pazienti che soffrono di polmonite e difficoltà respiratorie dovute ad altre patologie, soprattutto nel reparto pediatrico che già oggi vede un picco di crescita dell’11% di piccoli pazienti ricoverati per polmonite e anemia».

All’ospedale di Kalongo la battaglia contro il Covid19 si gioca tutta sulla prevenzione e ogni contributo è vitale per evitare il diffondersi della pandemia in un’area che vive da sempre nell’emergenza quotidiana. Un’emergenza non solo sanitaria ma anche economica e sociale.

All’asta ci saranno tanti oggetti, donati da personalità, gruppi e associazioni che sostengono l’iniziativa. Dalla maglia storica del Milan per la finale della Coppa dei Campioni 1994, autografata da Daniele Massaro; a una giornata di shooting fotografico a cura del fotografo Marco Mignani, che ha realizzato ritratti per numerose celebrity; ad un soggiorno di un week end nella splendida cornice dell’azienda vinicola Ca’ del moro Wine Retreat, a edizioni inedite di volumi di numismatica per gli appassionati dalla biblioteca personale di Lucia Travaini, a prodotti di design e maschere africane, questi e tanti altri splendidi oggetti in questa asta benefica.

Per partecipare all’asta, fino alle 18 del 12 giugno, collegarsi a questo link

All’iniziativa partecipano Accademia del panino italiano, Centocani branco teatrale, Doxa – Marina Salamon, Foglie al vento, I Bugiardini, La Collina dei Ciliegi – Ca’ Del Moro, Marco Mignani, Lucia Travaini, Filippo Tortu, Sanino Tortu e Natale Bellati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 giugno 2020
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Uganda, Ambrosoli Memoria Hospital di Kalongo 4 di 5

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore