Al Sasso di Finero il ricordo del sacrificio di Alfredo Di Dio

Comandante dei patrioti della "Valtoce", morì nel 1944 in battaglia contro i nazifascisti, al fianco del colonnello Moneta di Malesco: il ricordo unisce Ossola e Alto Milanese

Generico 2018

A 76 anni di distanza, si rinnova la memoria dell’eccidio al Sasso di Finero, dove cadde Alfredo Di Dio, comandante dei partigiani della formazione “Valtoce”.

Un anniversario che unisce due territori: l’Ossola (e in particolare la val Vigezzo e val Cannobina) e l’Alto Milanese, territorio da cui venivano moltissimi dei patrioti che si erano arruolati nella Valtoce per combattere contro i nazifascisti. La commemorazione ufficiale si terrà sabato 10 ottobre 2020, promossa dal Raggruppamento Divisioni “Alfredo Di Dio”, i partigiani azzurri che hanno a Ornavasso e Busto Arsizio la loro sede.

Alfredo Di Dio cadde il 12 ottobre 1944 alla gola di Finero, in un tratto di strada oggi aggirato dalla galleria tra Vigezzo e Cannobina: in quel giorno d’autunno del ’44 il tenente Di Dio era salito con la Compagnia Comando della Valtoce per arginare l’avanzata dei nazifascisti che risalivano da Cannobio. All’altezza del ponticello su una valletta Di Dio venne colpito dalle raffiche sparate dalla SS-Polizei, insieme a lui morì anche il colonnello Attilio Moneta, di Malesco, l’ufficiale di più alto grado che aveva aderito alla Repubblica dell’Ossola.

La commemorazione – organizzata dai comuni di Cannobina e Ornavasso insieme al Raggruppamento “Di Dio”, aderente alla Federazione Italiana Volontari della Libertà  – prevede alle 9.45 il ritrovo al Cimitero di Malesco per omaggio al Colonnello Attilio Moneta, alle 10.15 la sosta al monumento partigiano di Finero, per poi salire all’Area Monumentale del Sasso di Finero (foto: ossolanews).  Seguirà alle 11.15 la cerimonia in piazza a Cursolo, con l’intervento dello storico Pier Antonio Ragozza e la cerimonia affidata a don Pierino Lietta.
Alle ore 12.30 all’Albergo Belvedere a Orasso ci sarà il “Pranzo partigiano” ( prenotazione entro 7 ottobre per il pranzo al 340 4980862) e a seguire, dalle 15.00, la presentazione del volume di Maria Silvia Caffari, Grazia Vona, e Margherita Zucchi -“Leggere la Resistenza”.

Domenica 11 ottobre le celebrazioni di Alfredo Di Dio continueranno invece a Ornavasso, l’altro centro caro al patriota (definizione che preferiva a partigiano): alle ore 9.15 ritrovo al santuario del Boden  e omaggio al Monumento, dalle ore 11, visita guidata alla Casa Museo, uno dei due poli del Raggruppamento. L’altro polo è Busto Arsizio, al centro dell’area (che si estendeva fino a Somma Lombardo a Nord e Inveruno a Sud) da cui partirono tanti giovani che volevano riscattare l’Italia dall’onta del fascismo e della guerra di aggressione.

Roberto Morandi
roberto.morandi@varesenews.it

Fare giornalismo vuol dire raccontare i fatti, avere il coraggio di interpretarli, a volte anche cercare nel passato le radici di ciò che viviamo. È quello che provo a fare a VareseNews.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 29 Settembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.