“Educare in comune”, l’onorevole Gadda promuove l’iniziativa

La parlamentare di Fagnano Olona giudica in maniera positiva lo stanziamento di 15 milioni agli enti locali per combattere la povertà educativa

maria chiara gadda

«Il bando appena pubblicato e voluto dalla ministra della famiglia Bonetti, che stanzia 15 milioni per progetti comunali per il contrasto alla povertà educativa, è uno strumento di welfare di prossimità  che va nella giusta direzione dell’inclusione sociale e premia le reti territoriali», così l’onorevole Maria Chiara Gadda, della segreteria nazionale di Italia Viva, sull’avviso pubblicato dal Ministero per le Pari Opportunità e la Famiglia.

«La pandemia – spiega l’onorevole di Fagnano Olona – sta acuendo le fratture sociali. Nel nostro Paese quello che spesso viene chiamato “ascensore sociale” è bloccato da anni. Ma oggi rischiamo anche quello che io definisco “elastico sociale”. Persone che oscillano ai limiti della soglia di povertà e dell’esclusione».

«Smart working, didattica a distanza, solo per fare degli esempi, non sono purtroppo uguali per tutti negli effetti. Per questo motivo ritengo che il bando promosso dalla ministra Bonetti, rispetto al contrasto della povertà educativa, sia una misura molto importante in questo momento storico. Al bando potranno partecipare i comuni, e i progetti potranno beneficiare di un finanziamento minimo di euro 50 mila o massimo di 350 mila euro.  A breve seguirà anche un altro bando sul medesimo tema, dedicato direttamente al terzo settore», conclude Gadda.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 03 Dicembre 2020
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.