L’Arcivescovo in visita pastorale ad Albizzate e Sumirago: “Siate portatori di speranza”

La visita ha trovato il suo culmine domenica 18 aprile con la messa all’aperto celebrata dal sagrato della chiesa nella nuova piazza di Albizzate

Visita arcivescovo Delpini ad Albizzate e Sumirago

La visita pastorale dell’arcivescovo Mario Delpini alla comunità pastorale San Benedetto di Albizzate e Sumirago ha trovato il suo culmine domenica 18 aprile con la messa all’aperto celebrata dal sagrato della Chiesa nella nuova piazza di Albizzate.

La piazza, chiusa e regolamentata dal servizio d’ordine dei volontari della parrocchia, è stata allestita con sedie distanziate e monitorata per tutta la durata della celebrazione.

Delpini è giunto in piazza dopo la visita al cimitero di Albizzate con una ristretta delegazione e ha celebrato la messa di fronte ai fedeli.

“La visita pastorale – ha spiegato l’arcivescovo durante l’omelia -, è l’occasione per incontrare le comunità della nostra Chiesa e farvi comprendere quanto questa comunità sia unita e forte”.

Visita arcivescovo Delpini ad Albizzate e Sumirago

La visita dell’Arcivescovo sta toccando tutti i luoghi cari alla comunità dei credenti. Sabato si sono svolte le visite nelle frazioni di Albusciago, Caidate, Quinzano e al santuario di Valdarno dove si è svolta la recita del Regina Coeli.

Domenica pomeriggio la visita proseguirà a Sumirago e nelle frazioni restanti secondo questo programma.

Ai fedeli riuniti in piazza, in un momento così difficile per tutti, Delpini ha detto “Siate protagonisti di una storia in cui abita la speranza”.

Tomaso Bassani
tomaso.bassani@varesenews.it

Mi piace pensare VareseNews contribuisca ad unire i puntini di quello straordinario racconto collettivo che è la vita della nostra comunità. Se vuoi sentirti parte di tutto questo sostienici.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 18 Aprile 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.