Eolo-Kometa: i convocati per il Giro. Ravasi per la classifica, Wackermann non ci sarà

La squadra azzurra si schiererà al via di Torino con sei italiani e due stranieri: il corridore di Besnate sarà l'uomo per la classifica, gli altri sono chiamati a dare battaglia ogni giorno. Lo sprinter di Rho "tagliato" all'ultimo: al suo posto ci sarà Fortunato

La Eolo-Kometa alla \"Clasica de Almeria\"

È pronta, e porta con sé anche qualche sorpresa, la formazione per il Giro d’Italia della Eolo-Kometa, la prima grande corsa a tappe al quale prende parte la formazione con matrice varesotta, appena approdata al rango di squadra Professional. Tra gli otto uomini che scatteranno da Torino ci sarà come previsto anche un varesino, Edward Ravasi, destinato a “curare” la classifica generale mentre è stato escluso all’ultimo momento lo sprinter rhodense Luca Wackermann al quale è stato preferito il giovane Lorenzo Fortunato, uscito in gran forma dal Giro delle Asturie.

Insieme a Ravasi e Fortunato quindi ci saranno i veterani Francesco Gavazzi e Manuel Belletti, il jolly Vincenzo Albanese che è stato uno dei più pimpanti in questa prima fase di stagione e un altro giovane interessante come Samuele Rivi. Due invece i corridori stranieri; il britannico Mark Christian e soprattutto l’ungherese Marton Dina che ha convinto i direttori sportivi del team azzurro: Dina inizialmente era destinato a correre il Giro d’Ungheria (che si sovrappone alla corsa rosa) ma alla fine è stato chiamato al Giro dopo le recenti prestazioni al Tour of the Alps dove ha sfiorato la maglia di leader della montagna, persa solo all’ultima tappa.

Giro d’Italia, Basso sprona la sua Eolo-Kometa: “Proviamoci ogni giorno”

La Eolo-Kometa prende parte al Giro grazie a una wild card concessa dagli organizzatori di RCS Sport e ha l’obiettivo dichiarato di andare all’attacco il più possibile, anche con fughe da lontano, e di provare a competere per i traguardi intermedi. Senza ovviamente distogliere l’attenzione da quello che è il vero sogno: conquistare una vittoria di tappa, un risultato difficile da cogliere – vista la presenza di tutte le principali squadre al mondo con organici importanti – ma che darebbe lustro a tutta l’avventura sportiva del team diretto da Ivan Basso.

Il Giro scatta sabato 8 maggio da Torino con la prima delle due cronometro individuali; saranno disputate 21 tappe intervallate da due giorni di riposo per un totale di 3.480 chilometri e 48mila metri di dislivello; ben otto gli arrivi in salita. La corsa rosa terminerà a Milano domenica 30 maggio e vedrà partecipare 23 squadre (tre italiane) per un totale di 184 corridori.

SPECIALE GIRO D’ITALIATutti gli articoli su VareseNews

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 04 Maggio 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.