Luca Ponti e Bianca Morvillo conquistano il Vertikal Sass de Fer di Laveno

I due atleti si sono laureati campioni italiani per la CSAIn: Morvillo centra il record femminile della corsa. Il premio "L'uomo con le ali" a Daniela Colonna Preti della PolHa Varese

La Sass de Fer 2021 a Laveno

Hanno scalato la ripida ascesa tra Laveno e la cima del Sasso del Ferro a ritmi inarrivabili per gli altri concorrenti e, all’arrivo, hanno potuto festeggiare il titolo di campioni italiani della CSAIn di corsa “verticale”. Luca Ponti e Bianca Morvillo sono i vincitori della 4a edizione del Vibram Vertikal Sass de Fer, la gara podistica in salita organizzata dall’associazione 100% Anima Trail con spettacolare vista sul Lago Maggiore. (foto e gallery Massimo Nicora/VareseNews)

Galleria fotografica

La Vertical Sass de Fer a Laveno 4 di 33

Luca Ponti, 42enne portacolori dell’Atletica Casorate, si è imposto in 34’19” (il dislivello tra la partenza e il traguardo era di 900 metri) staccando di circa un minuto e mezzo l’avversario più pericoloso, Fabio Pessina, secondo. Podio completato da Andrea Menegaz della Caddese M. Geraud che ha preceduto nell’ordine Matteo Spreafico e Gabriele Poggi.

La vera sorpresa del Sass de Fer è però la varesina Bianca Morvillo (Union RLC Sterngartl) che ha scalato la montagna di Laveno in appena 42’38”, tempo da record per quanto riguarda la gara femminile. Morvillo ha dominato la gara fin dall’inizio e ha staccato di 2 minuti e mezzo la seconda classificata, Marilena Fall (Sport Project VCO). Terzo posto per Serena Delpiano (Podistica Valle Varaita), quarto per Alessandra Betteo, quinto per Elisa Quirino.

Al di fuori dalla parte agonistica, spicca come sempre la partecipazione al Vertikal degli atleti paralimpici del Team 3 Gambe & Friends: al gruppo capitanato da Moreno Pesce (con Constantin Bostan, Salvatore Cutaia, Cesare Galli e Loris Miloni) si sono aggiunti anche Claudio Michelon e Andrea Bozzato, campioni rispettivamente di Paraduathlon e Paratriathlon. La loro presenza ha arricchito l’intera manifestazione che alla vigilia ha ricevuto il patrocinio da parte del del Comitato Italiano Paralimpico (CIP).

Il legame tra questa manifestazione e il movimento degli sportivi disabili è sempre forte, tanto che a essi è stato dedicato l’evento di venerdì. Sempre a Laveno infatti si è tenuta un serata che ha anticipato la corsa, nella quale è stato assegnato il premio “L’uomo con le ali” dedicato all’alpinista Oliviero Bellinzani scomparso pochi anni fa, capace di conquistare oltre 1.100 vette con una sola gamba. Il riconoscimento – consegnato dalla figlia Xania – è andato a Daniela Colonna Preti, l’instancabile presidentessa della PolHa Varese, società attiva fin dagli anni Ottanta che anche all’ultima edizione delle Paralimpiadi ha “dato” all’Italia una serie di atleti capaci di andare a medaglia.

Damiano Franzetti
damiano.franzetti@varesenews.it

VareseNews è da anni una realtà editoriale, culturale e sociale fondamentale per il territorio. Ora hai uno strumento per sostenerci: unisciti alla membership, diventa uno di noi.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 27 Settembre 2021
Leggi i commenti

Galleria fotografica

La Vertical Sass de Fer a Laveno 4 di 33

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.