“Infinitamente grazie!”: Comune di Venegono Superiore e Associazione Caos ringraziano i volontari e

Durante la cerimonia, che si terrà sabato 18 dicembre con inizio alle 11.00 in sala consiliare del Comune, verrà anche consegnata all'ospedale di Tradate una telecamera per migliorare l'attività di indagine oncologica

associazione caos

L’Associazione CAOS ed il Comune di Venegono Superiore, con il Patrocinio del Consiglio Regionale della Lombardia, dell’ASST Sette Laghi e con la collaborazione del Centro Sociale APS La Trasparenza di Venegono Superiore e del Gruppo Alpini di Venegono Superiore, organizzano l’evento : “GRAZIE! infinitamente GRAZIE!” finalizzato a chiamare a raccolta volontari, istituzioni, realtà scientifiche e territori per un momento di ringraziamento e confronto, affinchè l’esperienza dei volontari allo screening mammografico ed agli Hub Vaccinali, sia un principio ispiratore importante per migliorare la qualità dell’approccio alla salute. 

La cerimonia si terrà sabato 18 dicembre con inizio alle 11.00 in sala consiliare del Comune.

Nel corso della mattina l’Associazione CAOS, grazie alla generosità del Centro Sociale La Trasparenza di Venegono S., donerà all’Ospedale di Tradate un apparecchiatura dedicata ad incrementare l’eccellenza dell’attivita’ diagnostica nel corso degli interventi chirurgici.

Presso il laboratorio di Anatomia Patologica dell’ospedale Galmarini di Tradate vengono eseguiti gli esami istologici estemporanei intraoperatori sulle pazienti sottoposte a trattamento chirurgico per neoplasia mammaria, al fine di decidere la miglior condotta terapeutica da seguire durante l’intervento stesso.

Una telecamera, installata sul microscopio di alta precisione presente nel laboratorio, donato dall’Associazione C.A.O.S con il  sostegno degli Alpini di Venegono Superiore, consentirebbe, nei casi di difficile o dubbia interpretazione dei preparati istologici in esame, la possibilità di acquisire delle immagini, mettendo il patologo presente a Tradate nella condizione di poterle inviare ad un collega del laboratorio di Varese per chiedere un consulto in tempo reale, incrementando così la qualità dell’attività diagnostica.

Inoltre, durante l’esame del linfonodo sentinella, le immagini dei preparati istologici acquisite attraverso la telecamera, consentirebbero una valutazione più precisa del numero e soprattutto delle dimensioni delle eventuali metastasi presenti. Infine, la telecamera, dotata di monitor, consentirebbe di mostrare in diretta le immagini istologiche, che il patologo sta analizzando al microscopio, allo specializzando (medico in formazione) che collabora con lui, migliorando anche l’attività didattica e di confronto.

Questa apparecchiatura, che determina una maggior qualità dell’approccio, andrebbe ulteriormente a potenziare l’Ospedale di Tradate, punto di riferimento importantissimo che permette, tra l’altro, la non sospensione degli interventi chirurgici delle donne colpite da cancro al seno, durante la pandemia COVID 19.

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Abbonati a VareseNews
Pubblicato il 16 Dicembre 2021
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.