Le chiusure dei negozi a Luino e le proteste di Fratelli d’Italia

Mario Contini interviene sullo stato attuale della città lacustre: “In un anno e mezzo di amministrazione smantellamento di tanti beni faticosamente costruiti"

Luino - foto di Elena De Vincenti

«A Luino ormai è tutto chiuso». Così Mario Contini, presidente locale di Fratelli d’Italia, interviene  sullo stato attuale della città lacustre.

«È chiuso il cinema teatro Sociale, chiuso il Verbania, chiusa l’edicola in piazza Garibaldi, fermato il progetto del palazzetto dello sport, piazza libertà e la nuova passeggiata chiuse e distrutte da un lavoro che poteva essere fatto da un’altra parte, ad esempio sulla piazza del Comune».

«Insomma», conclude Contini, «in un anno e mezzo di amministrazione nuova stiamo assistendo ad uno smantellamento di tanti beni faticosamente costruiti in anni di buon lavoro. Davvero un bel record. Purtroppo negativo. Se oggi si andasse al voto l’amministrazione attuale non supererebbe il 5%».

Redazione VareseNews
redazione@varesenews.it

Noi della redazione di VareseNews crediamo che una buona informazione contribuisca a migliorare la vita di tutti. Ogni giorno lavoriamo cercando di stimolare curiosità e spirito critico.

Pubblicato il 25 Gennaio 2022
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.