Ricerca

» Invia una lettera

Assessore pesati d’oro

1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

29 novembre 2004

Egr. Sig. Direttore,
Le chiedo spazio per qualche riflessione, ritengo oggettiva, sul malcostume politico che i fatti stanno dimostrando essere imperante anche nel nostro capoluogo.
Pur non essendo residente a Varese, seguo infatti molto da vicino le vicende di questa città, delle quali ritengo di essere talmente “ben informato” dal non potermi esimere dal domandarmi, e conseguente domandare al Sig. Sindaco Fumagalli, quale sia il motivo per il quale pubblico denaro (quindi risorse che escono dalle tasche dei contribuenti!) debba essere usato per “mantenere” Assessori la cui presenza mi risulta essere inutile, quando addirittura non perniciosa, al Governo cittadino e per la cittadinanza in generale.
Vorrei quindi chiedere al Sig. Sindaco (persona peraltro da me stimatissima sia a livello politico, che a livello personale e professionale), per quale motivo ritenga di dover continuare a pagare lo stipendio a gente che, ad esempio, autorizza l’apertura di negozi che pubblicizzano e vendono tramite Internet ai nostri figli (e nipoti!) sostanze stupefacenti inserite nello specifico registro del Ministero della Salute, oltre che gadget ed accessori vari per imparare a drogarsi, ovvero per drogarsi meglio?
Vedere pubblicizzate le foglie di cannabis sugli autobus circolanti in città, non è forse una chiara istigazione al consumo di tale sostanza?
Non significa forse ingenerare, soprattutto nelle giovani menti, il desiderio di “provare” gli effetti dello “sballo”?
Leggere anche fuori dai supermercati pubblicità dal tono volutamente equivoco, e nelle quali si lascia che sia la suddetta foglia di cannabis a trasmettere il messaggio sottinteso, non è forse assolutamente immorale?
Sarebbe questa, dunque, la “Varese Europea”?
E’ questa la Varese che Lei, Sig. Sindaco vuol lasciare in eredità ai Suoi figli?
E’ questa la Varese che Lei, Sig. Sindaco, Professore e Pedagogo vuol formare?
Quali sono, Prof. Fumagalli, i motivi che la costringono a doversi “tenere” certi Assessori in Giunta? E’ forse succube di innominabili ricatti da parte di A.N., o forse ritiene serenamente ineccepibile l’operato del Suo Assessore al Commercio?
Potrebbe Sig. Sindaco illustrarmi(ci) a fronte di quale apporto (politico, professionale o “chissacosaltro”) la Municipalità di Varese corrisponde oggi uno stipendio (lauto e comunque certamente ben superiore alla mia pensione!) all’Assessore Giordano?
Non posso e non voglio credere che Ella, Uomo di carattere e spiccata personalità, subisca in modo succube ed inane i ricatti di un Partito che, con metodi ritengo da “prima Repubblica” sembra voler a tutti i costi mantenere al proprio posto un siffatto Amministratore.
Povera Lega….! Quanti compromessi ancora dovrai subire per vedere realizzati i tuoi obiettivi?
Dov’è finito il “c’è l’ho durismo” del Senatùr?
Povera A.N.!
Da quali persone sei rappresentata?
Dopo il voto in Consiglio Regionale favorevole alla chiusura degli Ospedali di Luino e di Cittiglio, oggi l’espressione di personaggi che di professionalità mi sembra ne abbiano pochina…. (abbondano, invece, le immagini delle foglie di “cannabis”…..)
Dove sono finiti i cosiddetti criteri di scelti “meritocratici”?
Almeno, all’epoca della prima Repubblica c’era coerenza……..
Non avrei mai creduto di doverla rimpiangere.

Bruno Ghidini

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.