» Invia una lettera

Schiamazzi notturni al McDonald’s anche a Solbiate Arno

Schiamazzi notturni McDonald\'s
1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle
Loading...

17 Giugno 2022

Ho letto oggi la testimonianza di un altro lettore e poi condivisa da molti altri riguardante gli schiamazzi notturni dovuti all’orario prolungato dei vai McDrive nella provincia.
Riporto anch’io la mia testimonianza per quel che riguarda il McDonald’s di Solbiate Arno.
Ho già fatto esposto in comune (protocollato il 7 ott 2021) con cui è seguito un incontro con il sindaco Oreste Battiston e ma a cui non è seguita alcun intervento della Pubblica Autorità.
Mi sono anche reso disponibile a far eseguire rilievi fonometrici ma ad oggi nessuno ha fatto nulla per questo problema.

Mi pare di capire che il problema sia esteso a tutto il territorio e che nessun sindaco si preoccupi a risolvere tale problema. Spero che questo possa ulteriormente far emergere un problema gravoso con la quale un gran numero di cittadini è costretta è convivere.

Ho diversi video girati in diversi momenti dell’anno in cui si vede che i ragazzi commettono anche atti vandalici.

Riporto qui in seguito l’esposto:

Inoltra esposto per inquinamento acustico

Riconducibile a:

McDonald’s – Solbiate Arno
Sito nel comune di Solbiate Arno, Via del Lavoro, 45, Solbiate Arno VA

Sorgente del disturbo
attività nel suo complesso – servizio McDrive attivo 24h
diffusione di musica – avventori con radio ad alto volume
persone presenti in pertinenze esterne del pubblico esercizio – schiamazzi e colpi di clacson ripetuti
avventori nei pressi dell’attività – vandalismo verso le strutture Tigros

Periodo
venerdì e/o sabato sera tutto l’anno

Orario
notturno (indicativamente tra le 3:00 e le 5:00)

Note
Da quando è stato concesso il permesso a McDonald’s di tenere aperto 24h con molta frequenza si registrano nel cuore della notte lunghe code al McDrive. Gli avventori, senza curarsi dell’orario, si intrattengono nel piazzale adiacente al locale rendendosi oggetto di svariate azioni moleste (uso smodato del clacson, urla, bestemmie, radio ad alto volume, passaggi nel parcheggio ad alta velocità, accelerazioni a limitatore, danneggiamento carrelli del supermercato, ecc.) Tali rumori danneggiano il riposto di tutti i cittadini residenti nell’ultimo pezzo di via del Lavoro. Questo problema era già stato segnalato a voce alla Polizia Locale del paese nonché alla dirigenza di Tigros e McDonald’s. Diverse volte è stato chiamato anche il 112. Dopo un’ultima segnalazione ad una pattuglia dei Carabinieri è stato suggerito di procedere tramite esposto.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

  1. carlo_colombo
    Scritto da carlo_colombo

    Ma possibile che non si possa mandare qualche pattuglia di Polizia o Carabinieri dotati del libretto delle multe da infliggere ed incassare al momento? Bisogna fare come gli svizzeri, o paghi subito in contanti o con carta di credito non ti muovi finché non saldi la sanzione. Se proprio non puoi devi lasciare un documento o qualcosa di prezioso, tipo orologio o catenina d’oro, che ti sarà restituito quando salderai il sospeso. Mi immagino le critiche per l’idea ma im Italia è forse l’unico modo per incassare le varie multe che, in certi casi, si riescono a recuperare meno del 50% di quelle emesse.

  2. Scritto da Felice

    Generazione Z (o Centennial, Digitarian, Gen Z, iGen, Plural, Post-Millennial, Zoomer)

    …una volta non si usavano così tanti inglesismi e neologismi per descrivere degli idioti senza speranza e senza futuro. E’ la società delle parole e del fumo.

Vuoi leggere VareseNews senza pubblicità?
Diventa un nostro sostenitore!



Sostienici!


Oppure disabilita l'Adblock per continuare a leggere le nostre notizie.