Quantcast

Retelandia: una carta vincente per il giardino difficile (ma non solo)

L’azienda di Cassano Magnago offre diverse soluzioni per arredare senza manutenzione angoli del giardino, terrazzi, luoghi pubblici e persino aeroporti

L’erba in giardino e nell’arredo urbano è un elemento prezioso, ma non sempre si riesce a impiantare e mantenere un prato folto e resistente. Ci sono situazioni climatiche o di utilizzo che rendono davvero difficile, e spesso molto costosa, la scelta del prato naturale. Zone con troppa o poca luce, difficili da irrigare, ma anche in aree residenziali, zone di svago, parchi giochi, aree commerciali, negozi e locali pubblici, ci si può vantaggiosamente orientare verso un prato sintetico.
Da Retelandia a Cassano Magnago, vero outlet per tutto ciò che riguarda reti per recinzioni e relativi materiali accessori, è possibile scegliere tra le migliori qualità di prato sintetico, in diverse sfumature e caratteristiche di “pelo”, in modo da adattarle alle esigenze dello spazio verde da arredare e vivere. “Abbiamo dedicato molte energie nella realizzazione di una gamma che potesse essere vincente dal punto di vista estetico e qualitativo – spiega Carlo Pisan, uno dei titolari dell’azienda – con prodotti dalla resa davvero ottima, confermata dalla soddisfazione dei clienti che crea un importante effetto passaparola di cui siamo orgogliosi”.

“I nostri modelli sono conformi allo Standard California Prop 65. Si tratta del test più stringente al mondo che verifica l’assenza di 8 metalli pesanti e di 73 componenti chimiche nocive per la salute. Il trattamento anti UV fa sì che il colore rimanga praticamente inalterato per 8 anni. Il tappeto sintetico è inoltre autoestinguente: il filato si arriccia con il fuoco ma non propaga la fiamma, mentre la base non è infiammabile”.

Il prato sintetico si è rivelato un’ottima soluzione anche nell’arredo urbano: spazi  molto frequentati, spartitraffico e rotonde risultano più gradevoli e si riducono in modo drastico i costi di manutenzione. Il bel verde naturale di questi prati, viene utilizzato anche su tetti, terrazze e piscine con ottimi risultati estetici.
Il tappeto di erba finta trova spesso impiego negli asili e nelle scuole materne: i bambini possono giocare senza sporcarsi di fango e i tappeti dallo spessore più elevato sono in grado di assorbire parzialmente gli urti.

I vantaggi del prato sintetico sono quantificabili. A parità di risultato gradevole, vivibile e ordinato, l’erba sintetica consente di risparmiare in un anno fino a  20 falciature con smaltimento dell’erba tagliata, quattro concimazioni e altrettante distribuzioni di diserbante selettivo per infestanti, nonchè l’arieggiatura.
Non servono ovviamente l’impianto di irrigazione e la sua manutenzione, così come ci si può dimenticare della noiosa operazione relativa alla nuova semina di zone ostili alla crescita dell’erba: porzioni in ombra; spazi dove sono stati posati per diverso tempo piscine e giochi per bambini; parti bruciate dal sole o dall’urina di animali domestici. E soprattutto si risparmia tanta tanta acqua.

Da Retelandia, oltre a diverse tipologie di prato, sono disponibili anche siepi sintetiche in rotoli o piastrelle, anch’esse molto utili per arredare quegli angoli particolarmente ostici per la crescita di piante e fiori. Gli stessi prodotti trovano impiego nella decorazione di negozi, stand fieristici e spazi espositivi. La cantante americana Katy Perry ha scelto proprio la siepe artificiale tipo bosso come scenografia della sua esibizione in occasione della semifinale di X Factor.

Tutto il catalogo di Retelandia è consultabile sul sito www.retelandia.it, dove è possibile effettuare acquisti on line. Simpatico ed intuitivo il configuratore ReteMagic che guida l’utente passo-passo nella progettazione della propria recinzione, quantificando il materiale necessario con i relativi costi.

Retelandia è a Cassano Magnago, in via Gasparoli 1
Orario apertura magazzino:dal lunedì al venerdì
8:30-12:00  e 13:30-18:00
info@retelandia.it
http://www.retelandia.it

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 Novembre 2014
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.

Segnala Errore