Insieme al teatro

Il programma delle proposte per i bambini

INSIEME A TEATRO

Antichi miti, vecchie fiabe, nuove leggende

 

domenica 17 ottobre

Festa di apertura

·         Dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, l’angolo del trucco, animazioni, clowns, pupazzi…

Letture teatrali: Sezione Aurea “La conferenza degli animali”

  • ore 16.30 – Auditorium

Teatro del Buratto “Pierino e il lupo… in città”

 

domenica 24 ottobre

  • ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea “Il lupo, l’orco e la strega”

  • ore 16.30 – Auditorium

Teatro del Buratto “Fiabe in fuga… La strega, il principe e la bella addormentata”

 

domenica 31 ottobre

  • ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • ore 15.30 – Sala Rossa

Teatro Laboratorio Mangiafuoco “Radici” dai miti delle origini

  • ore 16.30 – Auditorium

ERT Fondazione/Rosaspina.Un teatro Aladino e la lampada meravigliosa

 

domenica 7 novembre

  • ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea “Fanciulle in pericolo”

  • ore 16.30 – Auditorium

Teatrimperfetti “Ci pensa la luna”

 

domenica 14 novembre

  • ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea “Animali alla prova”

  • Ore 16.30 – Auditorium

Teatro Giocovita  “Dormi bene Chouchou”

 

sabato 20 novembre

“Giornata Nazionale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza”

Letture animate, clowns e animazioni, spettacoli a sorpresa, libri grandi e piccoli, laboratori creativi, convegno, spettacolo serale

 

 

 

 

domenica 21 novembre

  • ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • ore 15.30 –Sala Rossa

Teatro del Buratto “Storie nel nido”

  • ore 16.30 – Auditorium

Teatro all’improvviso “L’isola di Ariel”

 

domenica 28 novembre

  • ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • Ore 15.30 – Sala Rossa

Teatro del Sole “Canto del riso e del pianto”

  • ore 16.30 – Auditorium

Sipario Fondazione Toscana “Il piccolo Circo di Eco e Narciso”

 

domenica 12 dicembre

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea “Un Natale di libri”

  • ore 16.30 – Auditorium

Teatro del Buratto  “Quello che il vento raccontò – Ritagli dalle fiabe di Andersen”

OMAGGIO A ANDERSEN

 

domenica 16 gennaio

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • ore 15.30 –Sala Rossa            

Teatro del Buratto “Storie nel nido” 

  • ore 16.30 – Auditorium

Teatro del Drago “Il mare blu – ovvero il delfino magico”

 

domenica 23 gennaio

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • Ore 15.30 – Sala Rossa

Teatro Laboratorio Mangiafuoco “Le ochine”

  • ore 16.30 – Auditorium

Teatro del Buratto “Il principe felice”

 

domenica 30 gennaio

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • ore 15.30 – Sala Rossa

Teatro del Buratto ”Cappuccetto bianco”

  • ore 16.30 – Auditorium

Fontemaggiore “Cipì”

 

domenica 20 febbraio

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea “Bambini che se la cavano da soli”

  • ore 16.30 – Auditorium

Gli Eccentrici Dadarò  “Una storia di pochi centimetri e piume – Peter Pan”

 

 

 

domenica 27 febbraio

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea “Pappa, burro e marmellata”

  • ore 16.30 – Auditorium

Teatro Evento “Verdino e il pentolone degli gnomi”

 

domenica 6 marzo

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • ore 15.30 –Sala Rossa            

Teatro del Buratto “Storie nel nido” 

  • ore 16.30 – Auditorium

Erbamil  “Manolibera”

 

domenica 13 marzo

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea “Storie e storielle di mostri e mostriciattoli”

  • ore 16.30 – Auditorium

Nonsoloteatro  “Ernesto roditore guardiano di parole”

 

 domenica 17 ottobre

Festa di apertura

·         Dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, l’angolo del trucco, animazioni, clowns, pupazzi…

Letture teatrali: Sezione Aurea “La conferenza degli animali” – età consigliata: dai 7 anni

  • ore 16.30 – Auditorium – età consigliata: 4-8 anni

Teatro del Buratto “Pierino e il lupo… in città”

Adattamento del testo di Guido Manuli e Franco Spadavecchia

Musica di Sergej Prokof’ev

Regia: Franco Spadavecchia

Disegni di Guido Manuli

Impianto scenico di Luca Massiotta

In scena

animatori: Daniela Dazzi, Cristina Discacciati, Mirella Salvischiani

attore: Franco Spadavecchia

E’ la versione moderna della favola originale, calata nel quotidiano ed ambientata in una qualunque periferia di una qualunque città. Tutto nasce dal fatto che il narratore, accortosi  di aver portato lo spettacolo sbagliato, si fa aiutare dai bambini nel costruire una nuova  storia di Pierino e il lupo utilizzando la scenografia dell’altro spettacolo ambientato in città.

Pierino è un bambino vivace e furbetto. Il lupo è un signore cattivo e prepotente che  terrorizza il quartiere con piccoli furti e scippi. Potete immaginare che fine farà il lupo…

La scena è composta da un enorme libro tridimensionale da dove escono i vari personaggi e ogni volta che si gira pagina cambia la scena e magicamente appaiono strumenti musicali, palazzi, strade, alberi, giardini, ecc.. I pupazzi, disegnati da Guido Manuli, sono magicamente animati su nero.

Linguaggio: teatro d’animazione su nero e teatro d’attore

Durata: 60 minuti

 

domenica 24 ottobre

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea “Il lupo, l’orco e la strega” – età consigliata: 5-8 anni

dalle fiabe: Cappuccetto rosso, Pollicino, Hansel e Gretel

  • ore 16.30 – Auditorium – età consigliata: dai 5 anni

Teatro del Buratto “Fiabe in fuga… La strega, il principe e la bella addormentata”

Ideato da Franco Spadavecchia

Testo Gabriele Calindri, Elisa Roson

Regia Gabriele Calindri

Scene e costumi  Marco Muzzolon

Realizzazione Marco Muzzolon, Daniela Seveso, Mirella Salvischiani

In scena Federica Fabiani, Angelo Prati, Elisa Roson

Lo spettacolo vede in scena tre personaggi desiderosi di fuggire dalla propria fiaba per conoscere il mondo della realtà nel quale gli esseri umani sono colpevoli di non leggere abbastanza. Ed ecco il Principe e la Strega de La bella addormentata nel bosco si alleano, per svegliare anzitempo la Principessa e fuggire insieme dalla propria storia. Riescono nell’intento e scoprono una realtà allucinante, dove adulti e bambini non leggono più perché leggere è diventata un’attività fuorilegge tanto che addirittura i libri vengono eliminati. Dopo aver scoperto che anche il loro libro è stato distrutto e trovandosi in un ambiente alquanto inospitale fra caos, traffico, rumori, smog, i nostri tre eroi riescono a rifugiarsi in un teatro-biblioteca, dove qualcuno in passato nell’intento di salvare dalla distruzione più libri possibili, ha accumulato tonnellate di storie, fiabe e racconti. Qui i nostri amici scopriranno il piacere di leggere e raccontarsi tante fiabe, spaziando dai racconti classici a quelli contemporanei. Libri tridimensionali che ad ogni giro di pagina mostreranno vere e proprie scenografie di carta, aiuteranno i nostri amici in esilio nel mondo della realtà a comprendere quanto sia importante apprezzare la propria storia.

Linguaggio: teatro d’attore e di animazione

Durata: 60 minuti

 

domenica 31 ottobre

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • ore 15.30 – Sala Rossa - Età consigliata: 3-6 anni

Teatro Laboratorio Mangiafuoco “Radici” dai miti delle origini

testo e regia di Ignazio Cavarretta

con Paola Bassani

musiche originali di Patrizia Borromeo

Le radici del mondo raccontate, in scena, da radici-burattino.

C’è un albero, un bonsai naturale, nato sulle rocce di una montagna; ci aspettava da sempre, raccogliendo vento, pioggia e cielo? Lo conosciamo, è più vecchio di noi.

Ci sono radici, legni, conchiglie e sassi levigati, forse il mare li ha portati, un giorno, sulle rive che abbiamo percorso? Abbiamo incontrato questi piccoli personaggi: ci hanno raccontato storie lontane nel tempo, storie che parlano di mari, deserti e foreste che ci separano, ma anche di genti che riconosciamo.

Ci sono il Sole e la Luna che ci accompagnano in giro per l’Antico Mondo.

La musica dal vivo, il suono dolce ed evocativo dell’arpa accompagnano la narrazione e l’animazione.

Linguaggio: narrazione, animazione e musica dal vivo

Durata dello spettacolo 50 minuti

  • ore 16.30 – Auditorium – età consigliata: 3-7 anni

ERT Fondazione/Rosaspina.Un teatroAladino e la lampada meravigliosa”

Liberamente tratto dal racconto de  «Le mille e una notte»

drammaturgia Angelo Generali e Aurelia Camporesi

regia e scena Angelo Generali

immagini Angelo Generali

luci e suono Gianni Bizzi

L’eterna lotta tra il bene e il male, un Mago, simbolo del male, che vuole a tutti i costi impadronirsi della lampada magica e Aladino simbolo del bene, che riesce ad ottenerla.

In questa messa in scena il giovane Aladino è uno scapestrato e fannullone che proprio non riesce a fare a meno di sognare una realtà di fantasia lontana dai doveri e dalla sua vita di poverello: Aladino non studia, non aiuta la madre nelle faccende domestiche, non si preoccupa di procurarsi il pane quotidiano, ma spende le giornate a spasso o si attarda a cercare, nella forma delle nuvole, figure fantastiche. Ma Aladino cattivo ragazzo cela in sé un segreto: il tesoro che lo rende capace di accedere al luogo che custodisce la lampada è il desiderio; cosa che invece il Mago,  mosso solo dalle brame di ricchezza e di potere, non possiede. La lampada è infatti il simbolo della ricchezza interiore di Aladino, la ricchezza di chi cerca, di chi sogna, di chi appunto desidera. Il possesso della lampada però non garantisce la vittoria sul Male: la lampada può essere smarrita o rubata e il Genio che la abita può donare tutto ciò che gli si chiede. Bisogna quindi saper chiedere, saper formulare le domande del desiderio. Solo dopo avere imparato a interrogare il tesoro che è in ognuno di noi la felicità potrà compiersi, l’Amore essere perenne e il finale lieto.

Linguaggio: teatro d’attore, proiezioni e ombre

Durata: 60 minuti circa

 

domenica 7 novembre

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea “Fanciulle in pericolo” – età consigliata: 5-10 anni

dalle fiabe: La bella addormentata nel bosco, Biancaneve, Cenerentola

  • ore 16.30 – Auditorium – Età consigliata: 3-7 anni

* Teatrimperfetti “Ci pensa la luna”

Di Maria Ellero e Gabriele Duma

Con Maria Ellero

Regia Gabriele Duma

Musiche Sergio Altamura

Tutto comincia da un seme e dalla ricerca del posto giusto in cui metterlo per farlo nascere. Ma per certe cose ci vuole la luna e così solo quando la luna appare o fa sentire la sua voce la vasca e la danz-attrice prendono forme e colori in grado di dar vita a un gabbiano, a un coccodrillo, un pesce, un bambino… un bambino?!?! Sì, anche i bambini nascono da un seme, ma non da un seme messo nella vasca… noo! Messo nella pancia!! E prima di entrare nella pancia? Dove sta un bambino prima? Nel mondo del prima di tutto!

Ad un certo punto tutto comincia a girare, gira, gira così veloce che se non si trova un modo si rischia di sbagliare pancia quando si arriva nel mondo del dopo. Allora conviene legarsi stretti stretti alla propria mamma e poi lasciarsi andare… la vasca diventa la pancia e devono passare nove lune prima di uscire… e per uscire si deve girare ancora… ancora… ma la luna non ti lascia mai solo… E poi? Cosa fa un bambino appena nato? Dorme, e nel sonno incontra di nuovo la luna che gli racconta cosa deve fare… mangiare, dormire, giocare…

Le persone nel mondo del dopo lasciano tanti segni belli e brutti, mani, piedi colorati, piccoli, grandi… e questi segni sono così tanti che si può andare da tutte le parti, le direzioni possibili sembrano infinite…

Linguaggio: Teatro-danza, immagini, proiezioni

Durata: 50 minuti circa

* In collaborazione con Progetto Prima Infanzia – Teatro Laboratorio Mangiafuoco

 

domenica 14 novembre

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi

Letture teatrali: Sezione Aurea: “Animali alla prova” – età consigliata: 3-8 anni

dalle fiabe: I tre porcellini, Il gatto con gli stivali, Il brutto anatroccolo

  • ore 16.30 – Auditorium – Età consigliata: 3-7 anni

Teatro Giocovita  “Dormi bene Chouchou” 

Di Christer Dahl e Fabrizio Montecchi
Musiche Claude Debussy

Con Enrico Barbieri, Angela Rafanelli
Adattamento e traduzione Nicola Lusuardi, Helena Tirén
Regia e scene Fabrizio Montecchi

Dormi bene Chouchou è uno spettacolo musicale per la prima infanzia costruito intorno ai Children’s Corner di Claude Debussy. L’originalità del progetto consiste nella presenza di un tessuto narrativo che lega l’insieme dei brani musicali rendendoli parte di un più complesso gioco di riferimenti. Pretesto per questo racconto in musica è la relazione tra Debussy e la figlia Chouchou. E’ per lei che Debussy scrive i Children’s Corner tra il 1906 e il 1908. A lei dedica inoltre tanti altri brani musicali. E’ la sua musa ispiratrice e, ancora più importante, è la sola persona che, come lui dice, gli impedisce di sparire del tutto dal mondo. E’ dunque una relazione fondamentale per il musicista sia sul piano umano che su quello artistico. Ed è di questo che parla il nostro spettacolo: del dialogo tra un papà artista e la sua adorata figlia di quattro anni. Un dialogo che si articola non solo attraverso un serrato scambio di domande e risposte, ma anche attraverso silenzi e soprattutto attraverso le musiche: i sei brani che compongono i Children’s Corner sono vere e proprie  risposte poetico-musicali alle grandi domande della piccola Chouchou. Lo spettacolo è interpretato da due attori-animatori. La scena rappresenta la camera da letto di Chouchou ed è costituita solo da un grande letto sul quale, e intorno al quale, si svolgeranno tutte le azioni. Le immagini in ombra non svolgeranno nessuna funzione narrativa, ma come la musica si faranno interpreti del mondo poetico-espressivo dei nostri personaggi e ci aiuteranno a penetrare in quei territori dell’indicibile tanti cari a Claude Debussy.

Linguaggio: Teatro d’ombre, attore, musica

Durata: 60 minuti

 

sabato 20 novembre

“Giornata Nazionale per i diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza”

Letture animate, clowns e animazioni, spettacoli a sorpresa, libri grandi e piccoli, laboratori creativi, convegno, spettacolo serale

(programma in fase di definizione)

 

domenica 21 novembre

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • ore 15.30 – Sala Rossa – Età consigliata: 2-5 anni

* Teatro del Buratto “Storie nel nido”  

Progetto per la lettura ai bambini dai primi anni di vita. Percorso-spettacolo.

L’importanza di raccontare, di leggere, di ritrovarsi attraverso la tradizionale “fiaba della buonanotte” raccontata dai genitori al bambino. Il percorso proporrà ad ogni appuntamento una diversa lettura che sarà condivisa con i genitori e i bambini presenti.

Ideazione: Franco Spadavecchia, Eraldo Maffioletti, Renata Coluccini, Silvio Oggioni

Con Renata Coluccini e Patrizia Battaglia

* In collaborazione con Sistema Bibliotecario di Dalmine

  • ore 16.30 – Auditorium – età consigliata: 3-8 anni

Teatro all’improvviso “L’isola di Ariel”

testo di Dario Moretti e Cristina Cazzola

con Dario Moretti e Cristina Cazzola

musiche Carlo Cialdo Capelli

Ariel è un folletto, uno spiritello molto vivace, che come un bambino si diverte a giocare e a far scherzi a tutti; la sua specialità è quella di mescolare gli animali con le piante, così da vita a creature come corvoserpente, ficuoso, ocaradice, coccinellafiore… e tanti altri.

Tra le particolarità di Ariel, c’è anche quella di essere invisibile e quindi, nonostante tutti i suoi dispetti e i suoi scherzetti nessuno riesce a fermarlo. Un giorno però Ariel incontra una Fata bellissima e subito si innamora! La Fata però si trasforma nel Grande Mago, che avendo ricevuto il compito di allontanare Ariel lo cattura con uno stratagemma e lo abbandona su di un’isola deserta. L’isola di Ariel è ora al centro di questa nostra storia, dove il folletto utilizza tutte le proprie capacità in maniera molto particolare, fino a giungere ad un finale curioso e sorprendente, che fa venire voglia di andare a consultare l’atlante geografico, per scoprire dove si trova la “meravigliosa” isola di Ariel e magari, un giorno, andarla a visitare. Durante lo spettacolo Dario Moretti è in scena e realizza (dipingendo, animando e assemblando diversi materiali), le immagini che sono catturate da una telecamera e visualizzate su uno schermo da un videoproiettore. Questo utilizzo del “teatro visuale” permette allo spettatore di seguire, scoprire e comprendere alcune tecniche dell’illustrazione. Le immagini che prendono vita possono ricordare una moderna versione del cartellone del cantastorie. Un’attrice narra la storia utilizzando la voce, il canto, la danza e il movimento, in un continuo interagire tra le immagini, le luci e le musiche.

Linguaggio: teatro visuale (narrazione e proiezione video di immagini realizzate in diretta)

Durata: 50 minuti 

 

domenica 28 novembre

  • dalle ore 15.00 – Sale Laboratori

Laboratori creativi, letture teatrali

  • Ore 15.30 – Sala Rossa – età consigliata: 4-7 anni

*Teatro del Sole “Canto del riso e del pianto”

di Bruna Pellegrini

regia: Renata Coluccini

con Donata Forlenza

consulenza musicale: Andrea Mormina

allestimento scenico: Sara Ghioldi

realizzazione scene: Salvatore Manzella

Forza bambini, grandi e piccini, docenti e assistenti, venite avanti, mettetevi in tondo, qui si racconta la creazione del mondo. Un tanto di bello

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2004
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.