«Dall’opposizione non ci aspettiamo nessun apporto costruttivo»

Il capogruppo del "Polo e Indipendenti a Gavirate" risponde alle critiche di Lorena Luini dei DS in merito al bilancio

Riceviamo e pubblichiamo

Nel dibattito seguito all’approvazione del bilancio di previsione 2006, dall’opposizione “Uniti per Gavirate” non ci aspettiamo nessun apporto costruttivo ed i dati estrapolati e riportati dalla capogruppo DS Lorena Luini, costituiscono l’ennesimo tentativo di disinformazione che ci sentiamo in dovere di chiarire ai cittadini.

 

1)      Dire – come asserisce Luini – che i contributi dello Stato decrescono, mentre il 75,5% delle entrate del Comune è a carico dei cittadini, non significa nulla perché anche i contributi dello Stato escono sempre dalle tasche dei cittadini, come tasse pagate allo Stato. Comunque anche per il 2006 il Comune di Gavirate mantiene invariate le tasse: addizionali Irpef/Enel, Ici e tutte le altre tariffe; anzi diminuisce la tariffa per i rifiuti del 11,5%. Ma questo Lorena Luini evita di ricordarlo.

 

2)      Quanto agli altri servizi comunali, Lorena Luini sa benissimo che la percentuale di spesa del Comune di Gavirate per i servizi sociali, per l’istruzione pubblica, per la sicurezza, per il territorio e l’ambiente è superiore alla spesa media dei comuni, a livello nazionale. Ciò è frutto di una scelta politica della maggioranza “Polo e indipendenti a Gavirate”: scelta che, a suo tempo, fu premiata dagli elettori.

 

3)      E’ utilizzata a sproposito anche la citazione dei Revisori dei Conti, circa l’equilibrio corrente ottenuto con il computo di oneri di urbanizzazione in Entrata. La tesi della capogruppo DS è che gli oneri di urbanizzazione sono un’ entrata non certa: entrata che, quindi, metterebbe a rischio il pareggio di bilancio nel corso del 2006.

Ma, a parte il fatto che i medesimi Revisori dei Conti giudicano attendibili le entrate previste, a garanzia dell’equilibrio corrente ci sono almeno due considerazioni:

 

a)      la possibilità di migliorare le entrate tributarie e tariffarie previste, migliorando accertamenti e riscossioni nel corso dell’anno;

b)      il fatto che gli impegni di spesa correlati agli oneri di urbanizzazione (manutenzioni straordinarie e investimenti) vengono assunti solo dopo il loro incasso. Prima si incassano gli oneri, poi si spendono in manutenzioni o investimenti. L’aurea regola del buon padre di famiglia per non mandare in rosso i Conti del Comune, è che “prima si incassa, poi si spende”.

Aurea regola che però Lorena Luini nel 2003, da presidente della Casa di Riposo di Gavirate, disattese allegramente! Allorquando inserì tra le entrate 2003 della Casa di Riposo anche il valore di perizia (€ 1.218.000) degli immobili dell’eredità Tibiletti: entrata assolutamente incerta sia per i tempi di acquisizione, sia per l’entità della somma. Riuscì così a stendere il bilancio 2003 in pareggio creativo, ma a fine 2004, la Casa di Riposo si trovò a chiudere la gestione con un passivo vero, dato che l’incasso dell’eredità previsto da Lorena Luini non ci fu.

 

4)      Un discorso diverso deve essere fatto per la parte “investimenti”, sbrigativamente liquidati da  Lorena Luini come non realizzati ed accantonati. Ma, se vogliamo ragionare su tutto il piano triennale delle opere pubbliche, le cose vanno diversamente:

 

a)      alla fine di questo mese verranno aggiudicati dall’Ufficio Tecnico Comunale opere pubbliche decise, finanziate e progettate nel 2005: piazza Matteotti, piazza del Chiostro, rete ed impianti acquedottistici, via Campo dei Fiori. Subito dopo si avvieranno i cantieri. Entro maggio partirà anche il cantiere della nuova palestra comunale in Via dello Sport: cantiere purtroppo ritardato rispetto al pagamento del relativo mutuo, a causa di problemi con la prima impresa aggiudicataria;

b)     per il 2006, abbiamo ritenuto di investire per importanti manutenzioni straordinarie al Patrimonio Comunale e per la progettazione delle opere pubbliche da realizzare nel 2007 e nel 2008. A parte, prenderà l’avvio anche la realizzazione dell’Hub degli Australiani.

 

Ci sembra quindi che, anche sul fronte degli investimenti e lavori pubblici, il pessimismo di Lorena Luini non ha fondamento.

 

Lorenzo Moranzoni

Consigliere Comunale

Capogruppo “Polo e Indipendenti a Gavirate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 febbraio 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.