Bestie di satana, Sapone aggredito in carcere

Sarebbe stato pestato da quattro detenuti nel carcere milanese di Opera, dove è detenuto per scontare la pena di due ergastoli. L'avvocato Cramis: "Trasferitelo a San Vittore"

Nicola Sapone (foto) sembra non godere di buona fama neppure fra i compagni di sventura in carcere, nonostante la posa da duro e il rigfiuto di pentirsi. Condannato a due ergastoli per i delitti Pezzotta e Marino-Tollis, Sapone è stato pestato a calci e pugni da quattro detenuti del carcere milanese di Opera: lo riferisce l’avvocato Francesca Cramis, sua legale. Il fatto sarebbe avvenuto il 21 febbraio scorso, ma la notizia è trapelata agli organi di stampa solo nella serata di ieri. Sapone sarebbe finito in infermeria, pieno di lividi, per le botte ricevute: un’aggressione legata, secondo l’avvocato, alla condanna subita e ai reati commessi, considerati ‘infami’ dagli altri detenuti.

La legale, visto l’ambiente poco salubre per Sapone, ne ha chiesto il trasferimento nell’altro carcere milanese di San Vittore dove è già rinchiusa un’altro condannato per i delitti della setta, Eros Monterosso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 marzo 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.