Merletti: “Basta promesse, vanno fatte rispettare le leggi”

Duro il sindaco di Arsago Seprio dopo l'incontro tra il presidente di Sea Bonomi e i rappresentanti della Regione Piemonte

L’incontro tra Giuseppe Bonomi, da poco nominato per la seconda volta presidente di Sea, e i rappresentanti della Provincia di Novara non è passato inosservato nei comuni del Varesotto che ancora aspettano un incontro con i nuovi vertici della società che gestisce gli scali milanesi: «Se i talenti che il nostro territorio esprime sono questi – commenta caustico il sindaco di Arsago Seprio Giorgio Merletti – siamo messi bene: si è sbandierata tanto la varesinità del presidente di Sea e lui incontra prima i piemontesi e poi noi. Non lo trovo corretto non tanto perché non consideri valide le istanze dei nostri vicini, ma perché sono convinto che andrebbero valutate le reali esigenze e problematiche che i cittadini dei comuni intorno a Malpensa pagano: è ben diverso vedere decollare gli aerei piuttosto che sentirli tutte le notti sopra le teste. Ci vuole chiarezza, non può esistere che le commissioni tecniche comprendano Varallo Pombia e Castelletto Ticino e non Golasecca e Sesto Calende, che subiscono il passaggio continuo di aerei sul proprio territorio». Merletti punta il dito contro un sistema che non ha fatto e non fa rispettare le leggi che dovrebbero governare lo scalo della brughiera: «Invece di incontrare questo e quello, i vertici di Sea dovrebbero far rispettare le leggi scritte che ci sono e vengono bellamente ignorate: penso a quella sui decolli notturni, a quella sull’equa ripartizione del rumore, a quella sulla mitigazione acustica promessa e realizzata solo in piccola parte da Sea nel silenzio generale – prosegue Merletti -. I vertici di Sea non hanno ancora fissato un incontro con i Comuni del Cuv, se non il presidente vorremmo incontrare l’amministratore delegato o magari il sindaco di Milano, che mi sembra sia la persona che ha l’ultima parola».   

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 dicembre 2006
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.