Furto al liceo linguistico: scassinate le macchinette

Sconosciuti si sono introdotti la scorsa notte all'istituto di via Brunico rubando i soldi dai distributori automatici. Nessun segno di effrazione

Non hanno forzato nulla. Sono entrati al liceo linguistico di via Brunico con l’intenzione di fare un po’ di soldi. Così hanno assaltato le macchinette delle bibite e quella che distribuisce le tesere per la fotocopiatrice. Soldi facili e veloci per poi fuggire.

L’allarme è partito questa mattina, quando i bidelli sono arrivati e si sono subito resi conto dell’atto vandalico. I carabinieri non hanno trovato alcun segno di scasso, c’era solo una finestra basculante aperta ma inaccessibile. Al loro arrivo, gli studenti hanno trovato ancora un po’ di movimento, ma le lezioni sono iniziate subito.

«Il nostro materiale didattico – ha spiegato la vice preside del linguistico Luisa Oprandi – è sotto chiave, così come le attrezzature dei laboratori e non hanno forzato nulla. Fortunatamente i danni per noi sono limitati, ma è chiaro che si apre una questione sicurezza da non sottovalutare».

L’istituto, che ospita sia il liceo sia la media Salvemini. è un po’ defilato e non ha più il custode dall’estate scorsa . C’è sempre un grande via vai di persone che frequentano la palestra o le stesse aule, teatro di corsi o seminari. Anche ieri, c’era un corso organizzato dall’Ufficio provinciale scolastico che ha tenuto impegnato il personale fino a tardi. « Nel nostro istituto di via Morselli abbiamo installato un sistema di videosorveglianza che dovremo replicare anche in via Brunico. Ci vorrebbe, però, uno sforzo da parte delle istituzioni .  C’è poco personale, siamo veramente ridotti all’osso, ma una riflessione sul tema della sicurezza è necessario avviarlo con le istituzioni di riferimento».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 ottobre 2007
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.