Varese come Morazzone, controlli sui matrimoni tra stranieri

L’amministrazione comunale si impegna a comunicare il nominativo delle coppie alla stazione dei Carabinieri o alla Questura

La giunta comunale, nell’ultima seduta, ha deciso di aderire al protocollo di intesa proposto dal Comune di Morazzone in base al quale l’amministrazione comunale si impegna, in presenza di cittadini stranieri che si vogliono sposare, a comunicare il relativo nominativo alla stazione dei Carabinieri o alla Questura per gli opportuni controlli e per evitare i matrimoni di comodo.

Spiega l’assessore ai Servizi civici Ciro Grassia: «Come è noto, dal 23 luglio scorso lo Stato ha stabilito di rafforzare la propria attività attraverso il coinvolgimento dei sindaci nel controllo del territorio, per un contrasto più efficace dell’immigrazione clandestina ed  una maggiore prevenzione della microcriminalità diffusa. Parte degli articoli contenuti nella legge riguardano, oltre alla tutela delle persone più deboli spesso bersaglio per i criminali,  anche  il fenomeno dei matrimoni cosiddetti "di comodo", al solo scopo cioè di acquisire la cittadinanza italiana. Le norme oggi in vigore prevedono che al sindaco possa  venir richiesto di celebrare matrimoni civili anche da parte di cittadini stranieri non provvisti di permesso di soggiorno, spesso al solo fine di regolarizzare la propria posizione sul territorio. Occorre quindi porre molta attenzione. Già da tempo, comunque,  su indicazione del sindaco, l’Ufficio di Stato Civile in occasione di matrimoni civili ove uno dei nubendi sia un cittadino straniero sprovvisto di permesso di soggiorno, dopo aver proceduto alle pubblicazioni,  provvede a segnalare il caso alla Questura di Varese che procede  al controllo per mezzo della Polizia Locale. Ora abbiamo deciso di aderire al Protocollo d’Intesa proposto dal Comune di Morazzone».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.