Una vacanza in bici? A Varese si programma on-line

Si chiama "Road to wellness" ed è un progetto dedicato al cicloturismo. In rete è possibile creare un percorso virtuale, studiare le tappe della vacanza, i percorsi, cercare gli alberghi più vicini

percorso road to wellness, turismo bici varese Atterrare a Malpensa, salire su una bicicletta, attraversare i sentieri immersi nel verde, visitare la Rocca, guardare il tramonto da Santa Caterina del Sasso. E i bagagli? Seguono su un pullmino. Ma non è tutto. Tra una pedalata assistita (che significa che quando non si vuole fare fatica si può azionare l’acceleratore) e l’altra è previsto un aperitivo a base di prodotti tipici del territorio oppure per gli appassionati una partita a golf. Scoprire Varese a bordo di due ruote oggi è diventato più semplice. Grazie a un progetto a misura di famiglia che unisce la natura, la bicicletta e una serie di servizi su misura. Si parte dal Varesotto ma si può arrivare fino a Mendrisio. L’iniziativa si chiama Road to Wellness, significa "la strada per il benessere", per una vacanza rigenerante. È la nuova scommessa del turismo in provicia di Varese. Percorsi, tappe e temi del viaggio si possono pianificare da casa sul sito dedicato. Un esempio: chi vuole percorrere la dorsale lombarda del Verbano ha a disposizione un itinerario ciclabile che misura circa 39 chilometri, si parte dall’Abazia di San Donato di Sesto Calende e si arriva a Villa Frua a Laveno passando per Lisanza, Taino, Angera, Ranco, Ispra, Brebbia, Monvalle, Leggiuno e Laveno.

road to wellness, bici turismo vareseIl programma permette inoltre di studiare in anteprima le caratteristiche del terreno, le discese e le salite e di sfogliare una galleria di foto che sarà arricchita con il tempo dagli scatti dei turisti che percorreranno i sentieri. E inoltre: dove si dorme? Anche questo si può decidere prima e in base al percorso scelto. Sulla mappa infatti si possono visualizzare le strutture alberghiere attrezzate per accogliere questo tipo turismo e dove ad esempio si possono lasciare le biciclette scariche per ripartire la mattina dopo con altre pronte all’uso. Si può poi verificare la disponibilità e prenotare on line. Per migliorare e far crescere il progetto stanno lavorando gli esperti del Varese Convention e Visitors Bureau e dell’ente turistico del Mendrisiotto e del Basso Ceresio per offrire al turista proposte diverse e creare un offerta a rete.

road to wellness, turismo bici varese «L’adesione di molte strutture ci riempie di ottimismo, significa che gli albergatori credono in questo progetto – spiega il responsabile varesino, Mauro D’Errico -. Il cicloturismo è pensato in questo caso non solo per gli esperti ma anche per le famiglie e per chi vuole provare una vacanza diversa a contatto con le bellezze paesaggistiche di un territorio che ha molto da offrire. Saranno le strutture stesse, in futuro, a proporre oltre ai percorsi conosciuti anche delle alternative. Alla scoperta ad esempio dei dintorni dell’albergo. La nostra provincia se lo può permettere: ha i laghi, ha luoghi di riferimento storici, ha edifici di pregio. Dobbiamo riuscire a costruire dei contenuti attorno a questa grande ricchezza». 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 novembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.