Cimberio a raffica: i playoff sono realtà

Varese è scatenata da tre punti (17/35, Stipcevic 6/7) e manda al tappeto Cremona, ultimo ostacolo per la qualificazione alla griglia-scudetto. Ora due partite per migliorare la posizione in classifica

phil goss cimberio varese cremona 2012Alla prima occasione possibile la Cimberio salta sul treno diretto ai playoff e lo fa vincendo una partita in modo autoritario contro una Cremona non certo nei panni di agnello sacrificale. Ma è troppo grande la “fame” di qualificazione per la squadra di Recalcati: i biancorossi sono precisi al tiro, attenti a leggere le situazioni di gioco, intelligenti a scegliere di volta in volta il giocatore più libero o più carico.
Ne esce una gara segnata dalle percentuali a tratti clamorose nel tiro pesante (il 49%, con Stipcevic autore di un grande 6/7) ma in cui Varese non disdegna di trovare soluzioni da vicino perché Talts e Fajardo in area sono pronti all’uso e Goss è in vena di mandare a canestro un po’ tutti i compagni (10 assist). E così il traguardo è tagliato con due giornate di anticipo, un risultato importante e che permetterà alla squadra di Recalcati (era dalla sua prima esperienza varesina che non arrivavano due playoff consecutivi…) di recuperare qualche energia e di avere la mente sgombra nei prossimi turni. C’è la concreta possibilità di scalare una o addirittura due posizioni e la Cimberio non vuole farsela sfuggire: mercoledì si va ad Avellino e domenica si torna a Masnago contro Teramo per provare a beffare Bologna e forse Venezia. Ed evitare Siena, sicura come sempre nella posizione numero uno del tabellone.

Galleria fotografica

Varese-Cremona 4 di 10

COLPO D’OCCHIO – Il ponte del 1° maggio non aiuta le presenze sugli spalti di Masnago che però alla contesa iniziale regalano una buona cornice di pubblico, oltre quota 3.500. Discreta la presenza di tifosi ospiti, sempre battuti al PalaWhirlpool. Qualche problema durante il riscaldamento quando la corrente salta a ripetizione, ma si fa in tempo a sistemare il problema (legato alla rete e non all’impianto) per le 18,15.

PALLA A DUE – Recalcati ha la squadra al completo (fuori Weeden dai 12) e tiene Stipcevic in panchina all’inizio, preferendo partire con Rannikko e Goss. Talts è il pivot titolare e se la deve vedere con Perkovic sotto canestro. La squadra di Caja ruota attorno al bomber Rich, con Milic secondo lungo tattico.

LA PARTITA – Ci vogliono oltre 3′ per vedere un canestro di Varese (Diawara, tripla), autrice di un avvio troppo soft. Recalcati deve spendere un timeout sullo 0-6 per strigliare i suoi che al rientro si trovano di fronte la zona e un Rich subito carico. Cremona perde Tabu (tre falli in 5′) ma non la precisione: dopo il riavvicinamento di Goss la Vanoli scappa di nuovo (12-18) con un Rich imprendibile. Il finale è poco incoraggiante: segnano Perkovic e Tusek e solo una tripla di Rannikko evita altri guai (16-23 al 10′).
Alla ripresa però Varese trova subito uno Stipcevic preciso da fuori: due triple del croato siglano il 22-27 cui fa seguito il terzo fallo di un abulico Diawara. Il risveglio di Goss – assist a Fajardo e tripla – costringe Caja al timeout (27-28 al 14′) che non basta a evitare il sorpasso di cui è protagonista ancora Rok. Rich non ci sta, segna altri 4 punti ma Varese allunga ancora con Ganeto e finalmente Kangur, a secco per quasi mezza partita. Una grande azione corale dà ai biancorossi il +8 rintuzzato da Lighty sulla sirena del 20′: 40-34.
Si riparte a suon di canestri, con Cremona che si riavvicina dopo un antisportivo ingiusto fischiato a Kangur (45-42) su Milic. Stipcevic però è un’ira di Dio e prosegue a martellare il canestro ospite dall’arco tenendo in vantaggio la Cimberio: al 24′ è a 6/6 da tre punti con una tripla che fa scopa con quella di Kangur per il 54-46. Il tempo di protestare (giustamente) per un paio di falli non fischiati a Goss, poi il pubblico può tornare a gioire per le triple baltiche di Talts e Kangur che al 27′ firmano il 62-48. L’uscita con quattro falli di Diawara e il timeout di Caja riportano coraggio alla Vanoli che rosicchia qualcosa sulla sirena: 62-51.

IL FINALE – La difesa della Cimberio costringe due volte gli ospiti all’infrazione di 24” mentre sul fronte opposto è Talts a guadagnarsi il titolo di “mister utilità”. Rannikko segna dall’arco, Cinciarini replica con un canestro identico ma quando il pivot estone colpisce anche da fuori Varese vola a +16 con 7′ da giocare. Cremona prova la zona come ultima opzione e la mossa dà qualche frutto perché contro la nuova difesa arriva solo un isolato centro di Goss. La Vanoli ritorna a sperare con il ritorno di Rich (73-63) ma quando Diawara ritrova la mira da lontano e il fiuto per il rimbalzo d’attacco la Cimberio mette in ghiaccio la partita. Rimangono meno di 2′ da giocare e di fatto sono i primi di playoff perché la qualificazione è realtà: lo sanno anche i tifosi che possono liberare l’urlo di gioia che dovrà accompagnare la squadra di Recalcati da qui in avanti. Perché nei playoff si riparte da zero…

IL TABELLINO

Serie A Programma e classifica 

Facebook – Diventa amico di Sport VareseNews  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 aprile 2012
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Varese-Cremona 4 di 10

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.