Una mostra per i 150 anni di sussidiarietà

In programma dal 14 al 22 aprile 2012 presso Villa Pomini: documenta la ricchezza di una storia fatta di opere, iniziative e realtà sociali ed economiche

L’assessorato alla Cultura del Comune di Castellanza propone dal 14 al 22 aprile 2012 presso Villa Pomini la mostra "150 Anni di Sussidiarietà", realizzata a cura della Fondazione per la Sussidiarietà in occasione dei festeggiamenti per i 150° anniversario dell’Unità d’Italia con la collaborazione di un gruppo di studenti universitari.
La mostra documenta la ricchezza di una storia fatta di opere, iniziative e realtà sociali ed economiche, frutto di energia costruttiva, inventiva, sussidiarietà e solidarietà.

L’origine di tale ricchezza è una cultura fondata sulla convinzione che ogni singolo uomo valga "più di tutto l’universo" e non sia riducibile ad alcuna organizzazione sociale e politica. Questa concezione di uomo ha dato vita a una grande civiltà, che precede il formarsi dello Stato unitario, ricca di diversità unificanti, alla quale hanno contribuito tutti gli italiani, in diversi modi, con il loro lavoro, le loro millenarie tradizioni, il loro impegno sociale e politico, costruendo un grande Paese.
La prima parte della mostra affronta quattro periodi cruciali dal 1861 a oggi: dall’Unità alla Grande Guerra; il Fascismo e la Seconda Guerra mondiale; l’Assemblea Costituente; il boom economico e il post Sessantotto. Attraverso questo excursus viene messa in luce l’operatività sociale "sussidiaria" promossa dalle grandi tradizioni popolari (sia religiose che laiche) mediante un percorso dinamico fatto di iconografia, letteratura, stampa e cinema. Il "miracolo", descritto alla fine del percorso, che gli italiani hanno realizzato, pur tra le inevitabili contraddizioni e distorsioni, non è solo quello della promozione dell’Italia a grande potenza industriale, ma anche quello di una virtuosa collaborazione tra ceti sociali e tra i rappresentanti delle istituzioni pubbliche.
La seconda parte della mostra offre spunti di riflessione sull’attuale momento di stallo - ideale prima che economico e istituzionale – che sta vivendo il nostro Paese, di fronte al quale non basta richiamare l’importanza del rispetto delle regole, ma occorre scommettere sul desiderio e la capacità di ogni singola persona di costruire il bene comune.
Con questo percorso, la mostra della Fondazione per la Sussidiarietà vuole offrire una riflessione sull’originalità dell’identità italiana. Un giudizio e un suggerimento per un nuovo inizio.
La presentazione della mostra dal titolo "150 anni di storia (+1). Da dove riparte in tempo di crisi" si svolgerà sabato 14 aprile alle ore 17 presso la sala conferenze di Villa Pomini a cura del prof. Danilo Zardin (docente di storia moderna dell’Università Cattolica e tra i curatori della mostra) e Angelo Candiani presidente Aslam (Associazione Scuole Lavoro Alto Milanese).
Orari mostra: lunedì – sabato ore 17/19 domenica ore 10.00/12.30 16.00/19.00 – Sono possibili visite guidate della mostra ogni ora: per prenotare le visite guidate al mattino per le scolaresche telefonare al n. 0331.526280
 
Per informazioni: Uffici Cultura – Città di Castellanza – tel 0331.526263 – e.mail: cultura@comune.castellanza.va.it
 
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 06 aprile 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.