Consiglio regionale: i question time discussi in Aula

Mattinata cominciata con le interrogazioni urgenti e proseguita con il voto a due proposte di risoluzione. La seduta riprenderà nel pomeriggio con le mozioni

Mattinata cominciata con le interrogazioni urgenti e proseguita con il voto a due proposte di risoluzione. La seduta riprenderà nel pomeriggio con le mozioni
ASL di Bergamo: aumentare le ore garantite per la guardia medica

Sembra rientrare nella normalità la situazione del servizio di guardia medica della ASL di Bergamo, su cui nei giorni scorsi si erano levate segnalazioni di disservizi soprattutto in Val Brembana e Imagna. La rassicurazione è arrivata dall’assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani, in riposta all’interrogazione, illustrata dal consigliere Mario Barboni (PD). “Abbiamo chiesto all’ ASL di Bergamo di aumentare di 400 ore l’assistenza sanitaria della guardia medica – ha dichiarato Bresciani – mentre attendiamo una relazione sull’organizzazione del servizio”.
Il servizio di guardia medica turistica è istituito dalla Giunta regionale in 115 località di villeggiatura per un totale di 20mila ore di assistenza gratuita, interessando sette ASL (Bergamo, Brescia, Como, Lecco, Pavia, Sondrio e Valle Camonica). Oltre la metà della località è concentrata nell’arco alpino e prealpino.
Dislessia e disturbi dell’apprendimento: pochi logopedisti nelle strutture pubbliche
Aumentare il numero di logopedisti presso le ASL, in modo da soddisfare le sempre più numerose richieste d’intervento da parte delle famiglie per la cura dei disturbi dell’apprendimento e della dislessia. Questa la richiesta contenuta nell’interrogazione illustrata da Francesco Prina (PD). “Si tratta – ha spiegato – di un problema che ha ormai raggiunto dimensioni di massa, cui le istituzioni scolastiche fanno fronte tempestivamente con screening. Manca però un adeguato supporto da parte delle ASL che risultano sprovviste di un numero adeguato di professionisti. Ciò obbliga quindi le famiglie a ricorrere ad onerosi trattamenti privati”. L’assessore regionale alla Sanità, Luciano Bresciani, ricordando come Regione Lombardia abbia anticipato la normativa nazionale con la legge regionale n. 4/2010, ha elencato i numerosi stanziamenti destinati al problema (nel 2012 10milioni di euro), e ha dichiarato che nel 2013 sarà possibile contare su circa 60 nuovi professionisti del linguaggio.
Bolle di sapone: verificare la conformità dei prodotti sul territorio lombardo
Sollecitare le ASL competenti per il controllo del territorio a verificare l’idoneità dei giocattoli “bolle di sapone”, spesso vendute in maniera non regolare. La richiesta è stata avanzata dal consigliere regionale Claudio Bottari (Lega Nord), a seguito del recente sequestro avvenuto nel porto di La Spezia di oltre 35mila confezioni di bolle di sapone contaminate da un batterio resistente agli antibiotici. “Si tratta – ha spiegato nella sua riposta l’assessore regionale alla Sanità Luciano Bresciani – di un problema in cui si intersecano competenze diverse, tra ministeri, Agenzia delle dogane, Camere di commercio. Da parte sua Regione Lombardia, non ha ricevuto al momento segnalazioni di presenza di tali prodotti contaminati sul nostro territorio”.
Raccordo autostradale della valle Trompia (BS)
“Condivido le preoccupazioni di Parolini, per il ritardo di un’opera strategica resa esecutiva anni fa dal CIPE”. Lo ha detto l’Assessore alle Infrastrutture Raffaele Cattaneo rispondendo all’interrogazione presentata dal bresciano Mauro Parolini (PDL). Il documento denuncia infatti, in riferimento al raccordo autostradale tra l’A4 e la Valtormpia, il ritardo e l’inerzia di Anas e del Governo nei confronti di una infrastruttura fondamentale per il territorio sia in termini economici che di vivibilità per la valle.
Aeroporto di Bresso
Il 10 luglio scorso Enac ha rilasciato il certificato alla scuola di Volo presso l’Aeroclub di Bresso ed è pronto l’accordo di programma per la cessione di parte delle aree al parco Nord e lo spostamento degli hangar e della piattaforma dell’elisoccorso in zone più lontane dalle case. Queste le rassicurazioni dell’Assessore Raffaele Cattaneo sui temi sollevati dall’interrogazione del Consigliere PD Franco Mirabelli. “Vista la funzione di coordinamento della Regione del sistema aeroportuale- aveva spiegato Mirabelli, illustrando il question time – vorremmo capire come si intendano affrontare la mancata certificazione della scuola di volo da parte di Enac (con il conseguente venire meno degli introiti derivanti da quella attività) e il ritardo nella realizzazione dell’accordo di programma”. Mirabelli ha fatto notare anche come sia stonata la mancata firma della Regione al suddetto accordo.
Bando ERGON Azione 1
Integrazione di risorse per favorire le aggregazioni di imprese e sostenere anche i progetti considerati ammissibili ma non finanziati per mancanza di fondi. A chiederlo è Enrico Brambilla (PD) al quale ha risposto l’Assessore all’Industria e Artigianato Andrea Gibelli, che ha ricordato la crisi del momento e la difficoltà a reperire nuovi soldi. Il bando ERGON, che favorisce aggregazioni di imprese al fine di migliorare qualità di prodotti e servizi e risparmiare sui costi, ha avuto un grande successo: 358 progetti presentati, 204 ammissibili ma solo 84 finanziati. “Non vedo al momento grandi possibilità – ha detto Andrea Gibelli – ma si può ragionare anche con l’aiuto della Commissione competente, su soluzioni che sperimentino nuovi modelli di aggregazione di imprese e spostino su questo obiettivo fondi attualmente inutilizzati”.
Biblioteca Europea di informazione e cultura (Beic)
Nel 1996 nasceva l’associazione “Milano Biblioteca del 2000” per promuovere la Biblioteca europea di Milano. A tal fine fu costituita una fondazione ad hoc. “Attualmente – ha fatto notare Massimiliano Orsatti (LN e primo firmatario dell’interrogazione) sull’area dove avrebbe dovuto sorgere la biblioteca è prevista la costituzione di un Parco pubblico. Vorrei sapere che fine ha fatto il progetto e per quale motivo Regione finanzia ancora la fondazione”. “La Regione – ha spiegato l’Assessore alla Cultura Valentina Aprea – sta verificando altri spazi e l’attività della Fondazione prescinde dal Beic visto anche l’importante lavoro realizzato per la Biblioteca digitale e per lo sviluppo degli archivi”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 31 luglio 2012
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.